Passa ai contenuti principali

XYLELLA, COLDIRETTI LECCE, DOMANI 18/7 CONTRO IL BATTERIO UN NOBEL PER LA RICERCA

Contro la Xylella Fastidiosa Coldiretti Lecce schiera anche un Premio Nobel domani, martedì 18 luglio, alle 9.30, al Must (Museo storico di Lecce, via degli Ammirati 11). A raccolta tutti gli studiosi impegnati in progetti di ricerca per contrastare il batterio da quarantena che sta distruggendo l'olivicoltura della Puglia meridionale. Una giornata intensa di confronto, nell'auditorium del museo leccese, per fare il punto su tutti i progetti di ricerca promossi e supportati da Coldiretti Lecce e per illustrare le prospettive della coltura più importante del Mediterraneo, ormai sotto scacco di Xylella che ha fatto la sua comparsa anche in altri Paesi europei.

Tra gli autorevoli relatori ci sarà, dunque, anche Riccardo Valentini, del comitato strategico del Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici, insignito nel 2007 del Premio Nobel per la pace, assieme ad Al Gore e ad altri scienziati per le ricerche relative ai cambiamenti climatici. Valentini, fisico, direttore del dipartimento di Scienze dell’ambiente forestale dell'Universitàdella Tuscia, si occupa da anni in particolare del ruolo dei sistemi agro-forestali nei cambiamenti climatici ed ha sviluppato nuove tecnologie di misura dell'assorbimento di anidride carbonica da parte della vegetazione terrestre.
Oltre a direttore e presidente di  Coldiretti Lecce, Giuseppe Brillante e Pantaleo Piccinno, interverranno Antonio Pepe, direttore del Distretto agroalimentare regionale, Giuseppe Ciccarella, dell'università del Salento, Donato Boscia, Maria Saponari e Nicola Savino di Cnr Isps, Università di Bari e Crfsa, Federico Lanotte del Cnr Bari, Giovanni Mita dell’Ispa Cnr Lecce, Angelo Corallo dell’Università del Salento e Gianluca Nardone, direttore dell'assessorato all'Agricoltura della Regione.
Concluderanno Loredana Capone, assessore regionale alle Attività produttive e Gianni Cantele, Presidente di Coldiretti Puglia.


Bari, 17 luglio 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata