Passa ai contenuti principali

PORTO DI GALLIPOLI, DONNO (M5S): CHIAREZZA SUI PARCHEGGI

Lecce, 13.07.2017 - La disposizione relativa all'istituzione di parcheggi pubblici a pagamento nell'area portuale di Gallipoli (Le) - che già l'anno scorso aveva creato non poche polemiche a livello locale - non smette di generare critiche. Il nodo risiede non solo nelle ripercussioni negative lamentate dai cittadini, commercianti e turisti a seguito dell'introduzione dei ticket a pagamento, ma anche in una sostanziale congestione del traffico che, inevitabilmente, investe l'ordine pubblico e la sicurezza. Sul punto è intervenuta la Senatrice Daniela Donno, con la presentazione di un'interrogazione indirizzata ai Ministri delle Infrastrutture e dei trasporti, dell'Ambiente e dell'Interno.

"Chiediamo ai Ministri di fare chiarezza sulla progettazione, organizzazione e gestione del sistema sosta all'interno dell'area portuale di Gallipoli, verificando che l'azione dell'amministrazione comunale, specie in virtù dei considerevoli flussi turistici estivi, sia satisfattiva della sicurezza, dell'ordine pubblico e dell'economia cittadina e, qualora fossero rilevate delle anomalie, approntare, per il tramite dei soggetti competenti, le opportune misure correttive. Non va sottovalutato il fatto che il caos che si è venuto a creare costituisce un vero e proprio deterrente per i turisti che, scoraggiati dalla disorganizzazione e dalla mancanza di adeguati spazi per la sosta delle auto, decidono di andare altrove. Ed è evidente che il pregiudizio per l'economia cittadina è davvero incalcolabile" afferma la pentastellata.
"Va inoltre chiarita la destinazione, specificata nelle singole voci, degli introiti derivanti dall'attivazione del parcheggio pubblico a pagamento" prosegue Donno.
"In tutto questo, è fondamentale accertare la presenza di eventuali irregolarità nell'iter riguardante gli interventi e nell'applicazione, da parte dell'Amministrazione, nonché da parte di qualsivoglia ulteriore soggetto coinvolto, delle vigenti disposizioni di legge, con particolare attenzione al rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, parità di trattamento, trasparenza, proporzionalità e pubblicità e delle prescrizioni a tutela dell'ambiente e del paesaggio" conclude la Senatrice salentina.
Link interrogazione: http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/showText?tipodoc=Sindisp&leg=17&id=1029538



Daniela Donno
Vice Presidente Commissione Diritti Umani
9ª Commissione: Agricoltura e produzione agroalimentare
MoVimento 5 Stelle ★★★★★ - Senato della Repubblica

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 23 Settembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa