Passa ai contenuti principali

“LA NOTTE DEL CONVIVIO”

Danze antiche, canti e musiche tardo rinascimentali e barocche tra banchetti allestititi sotto le stelle, dove degustare pietanze tipiche della tradizione culinaria salentina accompagnate dal buon vino locale. Sono gli ingredienti che daranno vita alla prima edizione de “La Notte del Convivio”, in programma domenica prossima 16 luglio, a partire dalle 20.30, nel centro storico di Taurisano.Ufficio Stampa Provincia di Lecce

 
L’originale manifestazione, che vedrà protagonisti tanti artisti illustri a livello internazionale, è organizzata dal Comune di Taurisano e dall’Associazione A.Gi.Mus. Salento, con il patrocinio della Provincia di Lecce.
I costumi di Antonio Mazzeo saranno il fulcro scenografico della serata conviviale che si aprirà con un corteo storico. L’ambito coreutico sarà curato da una delle più importanti ballerine di danze antiche, Gloria Giordano, vanto dell’Italia in tutto il mondo, che si esibirà in quattro balletti. Altro ospite celebre della serata sarà Paolo Fanciullacci, vocalist di importantissime ensemble internazionali come L’Homme Armé ed Odhecaton.
L’ensemble Concentus tesserà il tessuto sonoro dell’intera manifestazione, insieme alla ballerina Rita Cantoro e ai suoi danzatori, cui si aggiungerà il clavicembalo di Katia Torsello, mentre il Coro polifonico di musica antica Eratu’s del maestro Deborah De Blasi canterà alcuni fra i brani più famosi e coinvolgenti del repertorio profano e conviviale del tardo medioevo, del rinascimento e del barocco italiani. In programma anche un omaggio al maestro dei maestri, Claudio Monteverdi, nel suo 450° anniversario.

Lecce, 14 luglio 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 15 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata