Passa ai contenuti principali

La Asl «arruola» 85 infermieri professionisti per coprire l’emergenza estiva. In servizio dal 1° agosto per tre mesi.

Sono servite più di 2mila telefonate in due giorni. Alla fine hanno dato la loro disponibilità 85 infermieri professionisti, iscritti in un apposito elenco.
In un comunicato la Asl fa sapere che per raggiungere l’obiettivo ha dovuto allestire una task force mettendo le risorse umane necessarie a disposizione dell’Area Gestione del Personale, supportata dai dirigenti dell’Area Infermieristica e da personale della Direzione Strategica Aziendale.

Un gruppo di lavoro che in meno di 48 ore ha contattato direttamente gli infermieri professionisti, raccogliendone l’immediata disponibilità ad accettare l’incarico compresa la firma dei contratti.
La chiamata diretta è stata necessaria per poter accorciare i tempi di reclutamento. Grazie anche all’accordo con i sindacati di categoria, è stato perciò possibile individuare e percorrere la strada giusta per garantire la continuità assistenziale nelle strutture dell’ASL e, contemporaneamente, assicurare il diritto al periodo di ferie a tutto il personale, sanitario e amministrativo.
Soddisfatto il Direttore Generale della ASL Lecce, Silvana Melli: «La macchina amministrativa ha risposto bene ad una situazione, diciamo così, di “stress-test”, facendo un grosso lavoro in tempi strettissimi. Con il personale in arrivo, ora sarà possibile affrontare le criticità del periodo estivo con maggiore tranquillità ma, naturalmente, senza mai abbassare la guardia».
  FONTE SALUTE SALENTO

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 16 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa