Passa ai contenuti principali

Inps Una guida in 7 passi per i pensionati

Per venire incontro alle esigenze della particolare utenza rappresentata dai titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali di importo basso, l’Inps ha realizzato una breve guida che consente loro di verificare se possono aver diritto a trattamenti integrativi della pensione, erogabili d’ufficio o a domanda, o a detrazioni fiscali.
La Guida suggerisce il percorso di navigazione ed uso dei contenuti e servizi, presenti nel portale Inps, più utili ai titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali di modico importo, con suggerimenti per
controllare e gestire la propria pensione e conoscere i propri diritti ed obblighi: dalla verifica mensile dell’importo della propria pensione e delle eventuali variazioni alla dichiarazione reddituale annuale, dai diritti alle integrazioni e maggiorazioni della pensione o ai trattamenti di famiglia alla detassazione delle pensione per i residenti nei Paesi con cui l’Italia ha siglato specifici accordi.

La Guida è pubblicata sul sito Internet (menu “Inps comunica”) scaricabile in formato pdf, ma è stata resa disponibile anche per il personale degli URP e del Contact Center e per gli intermediari dell’Istituto - che rappresentano i principali canali di accesso ai servizi per gli utenti più fragili, non avvezzi all’utilizzo delle tecnologie informatiche - quale strumento di supporto consultabile e stampabile per informare ed orientare gli utenti.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 15 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata