Passa ai contenuti principali

Il Salento Rugby trionfa nel nono Magna Grecia Cup

Si conclude sull'arenile di Torre San Giovanni la nona edizione del Magna Grecia Beach Rugby Cup. Sono state 6 le squadre maschili e 2 le femminili a scendere nella Beach Arena di Lido Onda Marina per la conquista dell'ambita trozzella, nel pomeriggio di sabato 8 luglio.

Nel Girone A é stato il Club Granata di Gioia del Colle ad imporsi sui Draghi BAT di Barletta, giunti secondi, seguiti dai Salento Sharks. Il secondo girone ha visto favoriti i tarantati del Salento Rugby che hanno piegato le resistenze dei Murgia Marines di Santeramo in Colle e delle Chiappe Bianche di Campobasso.
Per il torneo femminile sono state le tarantate del Salento a trionfare sulle Salento Sharks in una serie al meglio delle tre partite. Nelle semifinali hanno avuto la meglio i Murgia Marines sul Club Granata e il Salento Rugby sui Draghi BAT. Alla sesta piazza sono giunti i Salento Sharks perdenti, alla sudden death, sulle Chiappe Bianche.
I Draghi BAT si aggiudicano la "Medaglia di Legno", i Granata giungono terzi e la Finale ha riproposto uno scontro già visto nei gironi tra Salento Rugby e Murgia Marines. Il match molto fisico e diretto egregiamente dal Signor Stefano Frontini, coadiuvato dai Giudici di Linea Giannulo e D'Elia, ha visto trionfare i tarantati di Coach Alberto Follo. I salentini, per un tratto anche in inferiorità numerica, hanno condotto una gara esemplare aggiudicandosi il terzo trofeo della stagione.
Al termine del Torneo, commentato da Andrea Papale di "Delinquenti prestati al Mondo della Palla Ovale", sono stati premiati Michele Sergio del Murgia come Miglior Giocatore, Cielo Chirico del Salento Miglior Giocatrice, Carmine Tardio del Salento come Metaman. I premi goliardici di "Miglior Delinquente" sono stati assegnati ad Alessandra Pastorelli delle Sharks e Paolo D'Oria del Salento.
Appuntamento al Master Scudetto LIBR di Terracina il 29 luglio prossimo.


Commenti

Post popolari in questo blog

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa

News Video Galatina 24 Luglio 2017