Passa ai contenuti principali

Entro il prossimo gennaio nel PTA di Campi Salentina sarà attivo un Day service per piccoli interventi chirurgici di ortopedia e oculistica.

Una decisione concordata fra l’Unione dei Comuni del Nord Salento e la direzione della Asl di Lecce con la quale comincia a prendere corpo il Presidio Territoriale di Assistenza (Pta) di Campi Salentina. Un primo passo del graduale trasferimento della medicina dagli ospedali al territorio che potrebbe allargarsi, in tempi brevi, fino a ricomprendere i Day Service di Urologia e Chirurgia Plastica.
Un progetto da 4 milioni di euro, finanziato con fondi Fesr 2014-2020, che ridarà vita e una nuova
missione al presidio dismesso.
E’ di giovedì 6 luglio l’incontro in Direzione Generale ASL Lecce, per scrivere assieme questa nuova pagina di Sanità al servizio del Territorio. Da una parte il direttore amministrativo Antonio Pastore e il direttore sanitario Antonio Sanguedolce, dall’altra il presidente dell’Unione dei Comuni Nord Salento, on. Giuseppe Mario Taurino, il sindaco di Campi Salentina Egidio Zacheo e il presidente del Consiglio comunale di Novoli, Giovanni De Luca. Al centro, i prossimi passi da compiere, frutto di diversi incontri e delle sollecitazioni giunte dai sindaci e dalle popolazioni dell’Unione e, in risposta, della concreta azione della ASL per riempire di servizi sanitari il PTA.
Un progetto a più mani, al quale hanno lavorato il direttore del Distretto Socio Sanitario di Campi, Giuseppe Guida, e il referente delle attività specialistiche, Roberto Pulli, e che ha già prodotto l’impegno della ASL - dopo un sopralluogo dei direttori di Oculistica e Ortopedia del “Vito Fazzi” - a recuperare e riattivare le sale operatorie per poter effettuare i Day Service chirurgici ortopedici e oculistici.
«La Direzione Strategica – spiega il direttore amministrativo Antonio Pastore – ha in programma di avviare questa attività chirurgica a bassa intensità e complessità entro il mese di gennaio 2018». Nel frattempo, il ventaglio di opzioni potrebbe allargarsi ancora, sino a ricomprendere i Day Service di Urologia e Chirurgia Plastica, coinvolgendo specifiche professionalità.
«Il PTA – aggiunge Pastore - sarà una struttura ancora più fortemente proiettata verso le esigenze della popolazione locale, anche in virtù di ambulatori che saranno dotati delle migliori e più moderne tecnologie, così da offrire servizi diagnostici di qualità». Il progetto, già incardinato, prevede infatti l’incremento dei posti rene nel Centro Dialisi, la ristrutturazione e ampliamento dell’Unità di Degenza Territoriale per adulti (che passerà da 8 a 20 posti letto) e, soprattutto, il potenziamento della diagnostica ambulatoriale e per immagini e il relativo collegamento in rete delle apparecchiature. Il geometra Francesco Paolelli, dell’Area Tecnica del DSS Campi, sta già provvedendo all’allestimento e adeguamento sia dei locali per la mammografia e l’ecografia mammaria, sia dell'ambulatorio di Endoscopia per lo screening del colon.

Fondamentale l’investimento in dotazioni tecnologiche, per cui è prevista la spesa di 1 milione e 330mila euro per l’acquisto di diverse apparecchiature. Tra le più rilevanti: 1 Risonanza magnetica nucleare Articolare, 1 TAC 64 strati, 9 Defibrillatori automatici e manuali, 2 Elettrocardiografi a 12 derivazioni, 1 Elettrocardiografo portatile e 4 lettori Holter. Sono stati già acquistati, invece, 5 Ecotomografi multidisciplinari di fascia alta, 3 Ecotomografi cardiologici di fascia alta e un Mammografo digitale diretto, mentre è in corso la procedura per acquisire un Colonscopio per screening. I lavori strutturali, infine, riguarderanno opere di adeguamento antincendio e sismico (400mila euro), adeguamento del sistema elettrico (450mila), ristrutturazioni edili (700mila) e opere di efficientamento energetico e logistico (150mila). 

fonte salute salento

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 26 Maggio 2018

Galatina montato il puntello blocca auto all'entrata della Porta Luce

Montato un puntello blocca auto all'ingresso della Porta Luce,si aziona tramite un telecomando lo possono azionare i vigili urbani significa che e' elettrico ed e' luminoso, la parte superiore ci sono dei led di colore arancione per essere visibile che c'e' l'ostacolo questo sistema e' adottato anche alle grandi citta' e specialmente per salvaguardare i centri storici.