Passa ai contenuti principali

CUTROFIANO Aperte le iscrizioni alla 45esima edizione della Mostra mercato della ceramica artigianale

CUTROFIANO – Sono aperte, sino a lunedì 24 luglio, le iscrizioni per la partecipazione alla 45esima edizione della Mostra mercato della ceramica artigianale che si svolgerà dal 13 al 22 agosto prossimi.
Dopo lo straordinario successo di pubblico, che aumenta di anno in anno, torna l'attesa esposizione delle rinomate maioliche, famose in tutto il bacino del Mediterraneo.

La manifestazione si snoderà attraverso i vicoli e le corti del centro storico, per far rivivere quegli spazi ormai dimenticati. Sarà arricchita, come di consueto, da una serie di spettacoli musicali e si potranno degustare le eccellenze enogastronomiche tipiche del Salento.
«L'obiettivo dell'Amministrazione comunale – spiegano il sindaco Oriele Rolli e l'assessore alle Attività produttive, Tommaso Campa è quello di valorizzare l'artigianato artistico locale e la ceramica tradizionale, in particolare». Le aziende interessate ad esporre i loro prodotti possono rivolgersi all'Ufficio Protocollo del Comune di Cutrofiano o possono contattare il numero 0836.542230. I modelli per l'iscrizione possono essere scaricati dal sito www.comunedicutrofiano.gov.it oppure ritirati e compilati all'Ufficio Protocollo.

L’Ufficio Stampa

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata