Passa ai contenuti principali

NARDO' TRA VECCHI PROBLEMI E NUOVI APPROCCI, CARDIOCHIRURGHI A CONFRONTO

È in programma a Nardò domani, sabato 24 giugno, un congresso di cardiochirurgia sul tema Update cardiochirurgia: tra vecchi problemi, nuovi approcci e future prospettive, su iniziativa di Andrea Marco Pano, dirigente presso l’unità ospedaliera di Cardiochirurgia dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. Il congresso si terrà al Chiostro dei Carmelitani in corso Vittorio Emanuele II (con inizio dei lavori fissato alle ore 16) ed è patrocinato dall’amministrazione comunale. L’obiettivo è fornire ai medici del territorio nuove nozioni e approfondimenti in merito a quelle patologie che negli ultimi anni stanno
rappresentando una sfida sempre più difficile da gestire. Le endocarditi infettive e la patologia acuta dell’aorta, se non tempestivamente diagnosticate e trattate, possono avere un alto tasso di mortalità. Un evento che rappresenta un momento di crescita e di approfondimento per i professionisti anche per la presenza di illustri relatori.
Le tre sessioni previste sono dedicate a Endocarditi, un problema in costante aumento (ore 16), Patologia acuta dell’aorta, un paziente a rischio (ore 17:40) e La chirurgia mininvasiva: tra presente e futuro (ore 19).
                                                                                                              Ufficio Stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata