Passa ai contenuti principali

NARDO' PARCO RAHO, INTERVENTO DI PULIZIA E RIPRISTINO DEL DECORO

È iniziato oggi ad opera della ditta Colazzo l’intervento di pulizia e falciatura del verde all’interno di Parco Raho, struttura di proprietà comunale chiusa da pochi mesi dopo un periodo di gestione privata e rientrata nella disponibilità dell’amministrazione comunale da qualche giorno. Si tratta di una corposa azione di ripristino del decoro e di sistemazione di piante e alberi presenti all’interno, nonché della superficie verde completamente ricoperta da arbusti ed erbacce infestanti.
Il settore Patrimonio sta valutando complessivamente lo stato della struttura e sta mettendo a punto un bando per un nuovo affidamento in gestione. Quindi sono al vaglio proprio in questi giorni modalità, tempi e criteri dell’affidamento.
L’area - spiega l’assessore al Patrimonio Gianpiero Lupo - ha bisogno di un intervento che ripristini decoro e agibilità, perché l’amministrazione comunale ha intenzione di procedere a un nuovo affidamento, sulle cui modalità stiamo ragionando in questi giorni. Ma in ogni caso abbiamo fretta di recuperare Parco Raho e restituirlo il prima possibile alla fruizione di tutti. Sappiamo quanto sia importante questo polmone verde della città e questa storica area di svago e di giochi per i più piccoli non solo del quartiere”.
                                                                                                               Ufficio Stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata