Passa ai contenuti principali

NARDO' INIZIATI I LAVORI A VIA BOLOGNA, OSPITERÀ LE CLASSI DI PRIMARIA DI VIA MARZANO

Sono iniziati da qualche giorno i lavori di adattamento dell’istituto scolastico di via Bologna, che ospiterà temporaneamente le classi di scuola primaria dell’istituto di via Marzano, destinatario di un finanziamento di 2 milioni e mezzo di euro e prossimo ad essere abbattuto e ricostruito. Si tratta di lavori affidati a Ingrosso Costruzioni s.r.l. per un totale di 370 mila euro, somma compartecipata da Comune di Nardò e Provincia di Lecce. L’intervento consentirà di dotare l’istituto
delle misure indispensabili ad accogliere le classi di via Marzano, che saranno ospitate dalle aule al primo piano dell’immobile. Si procederà con la sostituzione di una parte dei solai, con il consolidamento di altre parti, con interventi che permetteranno di separare accessi e aree di utilizzo delle due utenze scolastiche (l’ingresso della scuola primaria sarà da via Foggia). Al piano terra, che continuerà ad ospitare alcune classi dell’Istituto “Moccia” (che accederanno alla struttura da via Bologna), si procederà con un intervento di consolidamento e con alcuni lavori sull’impianto di riscaldamento. La struttura sarà pronta e agibile per l’inizio dell’anno scolastico.
Le classi di scuola dell’infanzia di via Marzano, invece, saranno ospitate nella struttura dell’asilo nido comunale di via Marinai d’Italia, recentemente ristrutturato. L’amministrazione comunale, infatti, considerate le incertezze sulla ipotesi di via XX Settembre (risulta, infatti, la perdurante opposizione della dirigenza scolastica del Liceo a tale tipo di sistemazione provvisoria, nonostante la presenza in via XX Settembre di aule vuote e non utilizzate) e quindi per non mettere a rischio il finanziamento su via Marzano, ha deciso di sospendere le procedure in corso per l’affidamento in gestione dell’asilo nido, proprio per ospitare temporaneamente le 3 o 4 classi di scuola dell’infanzia di via Marzano.
                                                                                                                Ufficio Stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa

News Video Galatina 24 Luglio 2017