Passa ai contenuti principali

L’analisi dei ballottaggi di ieri da parte del sindaco Pippi Mellone

È ormai chiaro che scendere in campo con un polo civico libero e aperto al rinnovamento, capace di accogliere le migliori energie del territorio, vince”. Così il sindaco Pippi Mellone commenta l’esito del turno di ballottaggio nei Comuni salentini che si è “celebrato” nella giornata di ieri e, in particolare, i risultati di Lecce, Galatina e Galatone.
Non è una questione di formule magiche - continua - ma di una semplice regola che si è
imposta clamorosamente negli ultimi tempi, soprattutto a livello locale: i partiti tradizionali con i loro vecchi schemi, che potevano valere sino a qualche anno fa, sono perdenti quasi con sistematicità dove ci sono volti nuovi, forze civiche, idee improntate al rinnovamento e alla discontinuità. Serve freschezza, serve la rigenerazione di logiche e apparati, servono uomini e visioni che partono da basso e non dalle solite, vecchie e inaccessibili stanze. Lo abbiamo dimostrato noi a Nardò giusto un anno fa, hanno replicato l’esperienza in queste ore sia Lecce che Galatina. A Lecce vince Carlo Salvemini, un volto storico della sinistra, ma con il contributo determinante di Alessandro Delli Noci, artefice di una delle più belle e intense esperienze di civismo degli ultimi anni e da oggi punto di forza della nuova amministrazione. A Galatina vince Marcello Amante, candidato “terzo” rispetto ai due poli tradizionali. A Galatone vince comunque un candidato nel segno della discontinuità.
Motivo d’orgoglio particolare per me, per Andare Oltre, per il nostro modello politico e amministrativo, poter avere uomini e idee nuove nelle amministrazioni salentine: a Lecce, con Delli Noci vicesindaco e con Massimo Fragola in Consiglio, a Galatina, con Amante sindaco e con Pierantonio De Matteis, Cristina Dettù e Diego Garzia in Consiglio, a Galatone, dove tra i banchi dell’assise cittadina ci sarà Giovanni Alemanno. Chi festeggiava la mia disfatta due settimane fa, il presunto fallimento del tentativo di inaugurare un nuovo corso politico anche lontano da Nardò, è servito. La notte scorsa è stato costretto nuovamente a schiantarsi su un muro durissimo di illusioni. Eppure basta capacitarsi che il proprio tempo è finito. Noi pensavamo addirittura che una lezione bastasse, ma evidentemente era necessario il ripasso e chissà quanti altri ancora. Quello che conta veramente adesso è iniziare a lavorare. Un anno di impegno e di grandi risultati a Nardò servano da incoraggiamento. Quindi - conclude Mellone - ancora complimenti e buon lavoro!”
                                                                                                    Ufficio Stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata