Passa ai contenuti principali

IL DEPURATORE DI CORSANO CONTINUA A SCARICARE IN MARE

Per l’ennesima volta l’Amministrazione Martella inanella il record negativo di varcare l’inizio di giugno mentre prosegue lo scarico in mare delle acque provenienti dal depuratore consortile. Ormai siamo alla consacrazione del lassismo amministrativo.
Né può essere un alibi l’ammissione al finanziamento del progetto di ampliamento della rete di distribuzione irrigua delle acque reflue affinate da destinarsi a uso civile. Tutte le amministrazioni hanno ricevuto o stanno ricevendo interventi regionali in tal senso. Ad oggi l’unico (poco invidiabile) risultato raggiunto è quello che il depuratore continua a scaricare in mare a stagione avviata.

In passato lo sforzo amministrativo aveva consentito il riuso irriguo delle acque del depuratore sin dall’inizio della stagione balneare, mentre oggi tutto ciò è messo in discussione dai ritardi che ogni anno si accavallano e dalle inerzie che si ripetono. E’ la riprova di una gestione fallimentare della cosa pubblica che non riesce nemmeno a garantire ciò che fino a qualche anno fa era ordinaria amministrazione.
Altro che rispetto delle fantasiose promesse elettorali di cessazione definitiva dello scarico in mare, l’unica coerenza è quella dei ritardi annuali nell’uso irriguo delle acque depurate.
Tutto questo avviene per l’ennesimo anno nel silenzio tombale dei soliti pseudo-ambientalisti che fanno finta di nulla. Gli stessi che ieri si travestivano da tutori dell’ambiente e si movimentavano con raccolte firme sin dall’inizio di maggio, oggi, invece, voltano lo sguardo altrove e non proferiscono alcuna parola di commento. Chiederemo aiuto a “Chi l’ha visto” per sapere che fine hanno fatto. Non proviamo nemmeno a metterci sulle tracce di altri, perché sarebbe un tentativo disperato.
Di tutto ciò i corsanesi, i turisti e i bagnanti in generale vedono soltanto il riflesso peggiore dato dal fatto che ad oggi le acque del depuratore lambiscono le coste del nostro paese, mentre l’approssimazione e l’attendismo sono i veri protagonisti della gestione della Casa Comunale.
Davanti ad una problematica che tocca la stagione balneare è proprio il caso di dire: è necessario un bagno di serietà da parte dell’Amministrazione Martella.

Corsano, 10.06.2017 La Destra di Corsano

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa