Passa ai contenuti principali

GIORNATA MONDIALE DEL RIFUGIATO LIZZANELLO 14 GIUGNO 2017

Appartengo all’unica razza che conosco. Quella umana. - A Lizzanello incontri di arti, di culture e di popoli per celebrare la Giornata Mondiale del Rifugiato. Nell’ambito delle celebrazioni organizzate dal Gus – Gruppo Umana Solidarietà, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, il progetto SPRAR “Il Salento Accoglie – Ordinari” del Comune di Lizzanello promuove un evento interculturale all’insegna dell’accoglienza e l’incontro tra i popoli. Una serata all’insegna del buon cibo, dell’arte circense e della musica, per ricordare che l’unica razza a cui apparteniamo è quella umana.
Si esibiranno artisti di fama internazionale come i THE SPROCKETS, famiglia di circensi che, dopo aver portato in giro per il mondo la loro allegria e le loro strepitose acrobazie, si esibiranno in un entusiasmante spettacolo acrobatico di trapezio, clowneria e giocoleria. A seguire CESARE DELL'ANNA 5TET & TALLA. Un concerto dal vivo in cui sonorità jazz e mediterranee incontrano le melodie balcaniche, dando vita ad un mix musicale esplosivo che dal Salento ci porterà fino al Senegal grazie alla voce vibrante di Talla. Il tutto sarà accompagnato da un aperitivo multiculturale: prodotti tipici della tradizione salentina incontreranno i sapori di terre lontane in un mix che ancora una volta celebrerà l’unione tra i popoli e ci ricorderà che la diversità è ricchezza. Programma - 19:30: -aperitivo multiculturale. Verranno degustati prodotti offerti dalle attività commerciali locali e piatti tradizionali che ci porteranno nelle terre d’origine dei beneficiari del progetto Sprar Ordinari Lizzanello. - 20:30: spettacolo di circo-teatro a cura della compagnia “The Sprockets”. - 21:30: concerto musicale a cura di Cesare del’Anna 5TET & Talla

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa