Passa ai contenuti principali

GALATINA INFODAY SERVIZIO CIVILE NAZIONALE: UN’OCCASIONE PER TE, UN’OPPORTUNITA’ PER GLI ALTRI

In attuazione del Bando per la selezione di n. 924 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale nella regione Puglia ai sensi della legge 6 marzo 2001 n.64 pubblicato sul sito www.serviziocivile.gov.it e http://serviziocivile.regione.puglia.it/, i volontari dei progetti in corso presso il Comune di Galatina, organizzano un infoday rivolto a tutti i giovani del territorio tra i 18 e i 28 anni che sono interessati a svolgere l’esperienza di Servizio Civile.

L’incontro è in programma lunedì 19 giugno dalle ore 9.00 alle ore 13.00 presso la Biblioteca comunale “P. Siciliani” – “Sala Contaldo”. Personale qualificato sarà a disposizione dei ragazzi per fornire informazioni riguardanti i nuovi bandi, supporto per la presentazione della domanda e dei documenti da allegare, esponendo le varie attività svolte dai quattro progetti avviati lo scorso gennaio (In Reading 2015, Agones 2015, Monitor 4015, YouthGalatina 2015).
La domanda per i seguenti progetti – n. 4 volontari da impiegare nel progetto “In Reading 2016” e n. 4 nel progetto “Monitor 5016” – è disponibile sul sito www.comune.galatina.le.it e deve essere presentata entro le ore 14.00 del 26 giugno 2017.
Vi aspettiamo!
ufficio stampa del comune di Galatina






Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa