Passa ai contenuti principali

Festival Internazionale di Musica da Camera

Beatrice Rana porta nel cuore del Salento la sua musica. Dal 7 al 9 luglio prossimi, l’Ipogeo Bacile di Castiglione, prezioso teatro sotterraneo a Spongano (Lecce), nell’entroterra sud salentino, ospiterà la prima edizione di CLASSICHE FORMEFestival Internazionale di Musica da Camera, fortemente voluto dalla ventiquattrenne salentina, indiscusso genio del pianoforte riconosciuto nel mondo, che ne firma la direzione Artistica. Il Festival vedrà protagonisti interpreti di consolidata
fama e giovani virtuosi da tutto il mondo, che nel Salento si ritroveranno in una sorta di residenza artistica, ospitata negli ambienti adiacenti all’Ipogeo. Ci saranno Alessandro Carbonare (Italia), Primo clarinetto dell’Orchestra dell’Accademia Nazionale di S. Cecilia dal 2003, dopo aver ricoperto lo stesso ruolo, da solista, per 15 anni, nell’Orchestre National de France;Pablo Ferràndez (Spagna), violoncellista descritto dalla critica internazionale come “uno dei migliori violoncellisti della storia” (Diapason), pluripremiato nei più importanti concorsi violoncellistici del mondo, Elena Urioste (USA), violinista descritta dal Washington Post come “una combinazione di passione, sensualitá, intelligenza e humor”, recentemente nominata BBC New Generation Artist, Daniele Palmizio (Italia) vincitore del Concorso “Nuove Carriere” del CIDIM e premiato dalla Solti Foundation, Hattori Foundation e la Martin Scholarship di LondraMarta Kowalczyk (Polonia), giovane violinista, Premio della Royal Philharmonic Society e il J&A Beare Bow Prize e Ludovica Rana (Italia), violoncellista ventunenne vincitrice di numerosi concorsi e selezionata nel prestigioso Festival Kronberg Academy.
Con loro suonerà ogni sera anche il giovane direttore artistico.
Da poco nominata dal Presidente Sergio MattarellaCavaliere della Repubblica Italiana per “motu proprio” per i particolari meriti artistici e professionali maturati in così giovane età, la pianista salentina Beatrice Rana, attualmente impegnata in un tour internazionale in cui presenta le Variazioni Goldberg di Bach, spiega così la nascita di questo importante appuntamento in Puglia: Ho il grande privilegio di lavorare con personalità artistiche di grande prestigio e di conoscere e frequentare Festival strutturati in modo straordinario. Creare nella mia terra una realtà del genere, portare artisti internazionali, offrire un evento di altissima qualità culturale e di profonda utilità sociale, era uno dei miei sogni. L’attività concertistica che svolgo mi impone di essere cittadina del mondo, ma con questa iniziativa, vorrei comunicare il mio volerci essere nel territorio salentino, sempre!
Devo ringraziare Fabio Barbara Bacile di Castiglione per avermi fortemente incoraggiata, anche economicamente, alla realizzazione di questo progetto: sono felicissima che il Festival si terrà in un luogo magico, denso di storia e di cultura.
Un altro forte input alla realizzazione del Festival è stato la vincita del Borletti Buitoni Trust, un premio che sostiene e finanzia le carriere di giovani interpreti e Artigianato d’Eccellenza di Lecce
Un ringraziamento particolare va ai miei amici musicisti Alessandro CarbonarePablo FerrandezMarta KowalkczykDaniel PalmizioElena Urioste e mia sorella Ludovica Rana, con i quali, sono sicura, faremo tanta bella musica insieme.
E un ringraziamento anche a tutti coloro vorranno condividere i nostri percorsi musicali”.
CLASSICHE FORME avrà un anteprima il 21 giugno con un “Children’s Corner”. Nel giorno del solstizio d'estate in cui si celebra la Festa Europea della Musica, alle 20.30, l’Ipogeo Bacile di Spongano accoglierà“Tito – Il cantante piccoletto”, spettacolo a cura di Francesco e Matteo Spedicato, dedicato a Tito Schipa.
Il 9 luglio, invece, dopo l’ultimo concerto, dalle 22.30, si concluderà questa prima edizione con la Festa del Festival, con Carolina Bubbico Trio (Carolina Bubbico - voce e tastiera, Luca Alemanno - basso elettrico, Dario Congedo - batteria). Ingresso libero.
CLASSICHE FORME accende i riflettori sulla musica colta ma con un approccio non casualmente “pop”. Per questo il ticket d’ingresso ad ogni singolo concerto è di 10 euro. Ridotto (Under 26) 5 euro. E’ possibile prenotare i biglietti al seguente indirizzo mail: info@classicheforme.com
CLASSICHE FORME gode del Patrocinio del Comune di Spongano, del FAI e di DIMORE STORICHE.
A seguire, il programma dettagliato.

Lecce, 1 giugno 2017

Azzurra De Razza
Ufficio Stampa CLASSICHE FORME


Programma CLASSICHE FORME 2017

Mercoledì 21 Giugno
Ore 20:30
Children’s Corner – Festa Internazionale della Musica
Tito – Il cantante piccoletto
Spettacolo a cura di Francesco e Matteo Spedicato

Venerdì 7 luglio 2017
Ore 21:00
F. Antonioni                Morphing per Quartetto d’Archi
L. van Beethoven       Sonata Op. 24 “La Primavera” per violino e pianoforte*
R. Schumann              Quintetto Op. 44 per pianoforte e archi
Marta Kowalczyk violino
Daniel Palmizio viola
Beatrice Rana pianoforte
Ludovica Rana violoncello
Elena Urioste violino*

Sabato 8 luglio 2017
Ore 21:00
D. Shostakovic           Sonata op. 40 per violoncello e pianoforte**
F. Schubert                 Quintetto op. 163, D. 956 per archi in do maggiore
Pablo Ferrandez violoncello**
Marta Kowalczyk violino
Daniel Palmizio viola
Beatrice Rana pianoforte
Ludovica Rana violoncello
Elena Urioste violino

Domenica 9 luglio 2017
Ore 21:00
C. Debussy                  Rapsodia per clarinetto e pianoforte
F. Poulenc                   Invitation au chateau per violino, clarinetto e pianoforte
F. Poulenc                   Sonata per clarinetto e pianoforte
J. Brahms                    Trio Op. 114 per clarinetto, violoncello e pianoforte
Alessandro Carbonare clarinetto
Pablo Ferrandez violoncello
Marta Kowalczyk violino
Beatrice Rana pianoforte

A seguire dalle ore 22:30
Festa del Festival
Programma a sorpresa
Ingresso libero

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa