Passa ai contenuti principali

CONFINDUSTRIA LECCE IN VISITA PRESSO FEOLA TECNOLOGIE ORTOPEDICHE

La storica azienda Feola srl, tecnologie ortopediche e sanitarie di Lecce, è
la meta della prossima visita del Gruppo Giovani Imprenditori di
Confindustria Lecce martedì 27 giugno alle ore 16.00. Giunti al quarto
appuntamento, gli open day costituiscono un momento importante delle
celebrazioni del Novantennale, nel quale il Gruppo Giovani ha inteso
promuovere e far conoscere le straordinarie realtà imprenditoriali associate


presso le giovani generazioni e diffondere la cultura d'impresa. All'evento,
infatti, oltre ai componenti del Gruppo, parteciperanno dei ragazzi in
alternanza scuola lavoro, provenienti dall'Istituto Bachelet di Copertino.
"Il nostro obiettivo è quello di entrare nelle aziende per far capire agli
studenti, che di volta in volta ci accompagnano in queste esperienze, come
funzionano e trasmettere loro la passione che ispira il lavoro quotidiano
degli imprenditori - afferma il presidente del Gruppo Alessio Tundo. Anche
noi del Gruppo impariamo sempre qualcosa di nuovo: confrontarsi, raccontarsi
esperienze di vita, aneddoti sulla nascita di nuovi prodotti e servizi sono
tutti momenti fondamentali per chi svolge il nostro lavoro. Costituiscono un
bagaglio di riferimento indispensabile. L'attività d'impresa è spesso legata
alla lungimiranza oltre che alla capacità dell'imprenditore che, tra i
meandri di una burocrazia asfissiante e di una zavorra fissa dovuta al gap
logistico, contribuisce alla crescita economica e sociale, distribuendo
ricchezza ai lavoratori, ai fornitori, al territorio. La possibilità di
conoscere i 'segreti' legati alla nascita di un'impresa e i consigli di
imprenditori di terza o quarta generazione, poi, sono per noi
particolarmente preziosi. In quest'ottica, abbiamo scelto di visitare  Feola
srl del collega Giuseppe Della Tommasa, impresa che ha tagliato il traguardo
dei novant'anni di esistenza, in un comparto davvero difficile e delicato
quale è quello dei dispositivi medici su misura e che è al servizio dei
cittadini. Feola, tra l'altro, è stata premiata tra le imprese fondatrici
tuttora iscritte a Confindustria Lecce in occasione delle celebrazioni del
novantennale".



Feola srl è un'azienda leader in Italia per la produzione e la
commercializzazione di dispositivi medici su misura (apparecchi ortopedici,
tutori, protesi busti  e calzature personalizzate, ausili per la
deambulazione , plantari sia in ambito sanitario che sportivo). La storia
inizia alla fine del secolo scorso nelle officine ortopediche del Cavaliere
Aniello Mele, zio e maestro del fondatore, Vincenzo Feola, che nel 1927
iniziò in proprio l'attività di tecnico ortopedico, aprendo a Lecce il primo
laboratorio artigianale di apparecchi ortopedici.

La lunga esperienza acquisita nel Dopoguerra e la grande abilità nella
costruzione di apparecchi ortopedici attirarono ben presto l'interesse di
molti luminari della medicina (docenti uni-versitari, medici e chirurghi di
tutt'Italia). Parallelamente alla sua attività, Vincenzo Feola ha sempre
profuso le sue energie verso la tutela delle fasce più deboli della
popolazione. Molti parlamentari salentini dell'epoca riconoscono il suo
merito nella paternità della normativa che consente le forniture protesiche
con rimborso a carico del servizio sanitario. Grazie al suo impegno, acquisì
anche la stima di intellettuali e artisti di fama mondiale (come il grande
Tito Schipa).

Da allora, il marchio Feola è costantemente cresciuto divenendo sinonimo
di attenzione alla clientela, qualità, innovazione, ricerca e avanguardia
tecnologica, tutte caratteristiche che vengono riconosciute dai più
importanti operatori del settore in Italia ed Europa.


L'Ufficio Comunicazione

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 23 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa