Passa ai contenuti principali

Colacem e Colabeton parteciperanno alla prima edizione di Gubbio Scienza

Dal 1° al 9 luglio Colacem e Colabeton parteciperanno alla prima edizione di Gubbio Scienza, un evento dedicato alla scienza e alla tecnologia, con un focus sulle micro e nano energie. Si alterneranno convegni, workshop, attività in piazza per adulti e bambini, stand per le aziende, summer school, laboratori per i giovani. Si parlerà di futuro e di sviluppo del territorio.
La presenza a una simile manifestazione scaturisce dalle peculiarità di Colacem e Colabeton, aziende che pongono scienza e tecnologia al centro delle proprie attività, con impianti produttivi moderni e sostenibili, che eccellono per automazione, efficienza e competenza dell’organizzazione.

Colacem e Colabeton partecipano inoltre per contribuire a diffondere quella cultura scientifica che è volano del progresso economico e sociale delle comunità. Solo attraverso scienza, ragione e conoscenza si possono trovare soluzioni equilibrate per dibattere e collaborare sulle grandi questioni del futuro, in particolare sul rapporto “attività industriali – ambiente”. Queste vanno affrontate con serietà e competenza, affidandosi a fonti rigorose e verificabili, per l’appunto facendo riferimento a metodi scientifici.

Nello spazio Colacem e Colabeton, attivo dal 1° al 9 luglio dalle 21.00 alle 22.30 in Piazza Oderisi, si parlerà della Green Economy e delle città del futuro, raccontate attraverso temi quali l’automazione, l’energia, il rispetto dell’ambiente, i nuovi cementi e calcestruzzi.

Sempre a Piazza Oderisi due “caffè scientifici”: uno lunedì 3 luglio alle ore 19.00 con l’AD Colacem Carlo Colaiacovo per parlare di “Smart City e infrastrutture sostenibili” e l’altro mercoledì 5 luglio, sempre alle ore 19.00, con il DG Fabrizio Pedetta, su “Industria 4.0”. 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Novembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa