Passa ai contenuti principali

XYLELLA: COLDIRETTI PUGLIA, UE DICE ‘SI’ A REIMPIANTO; TUTELATI DA ERADICAZIONE ULIVI MONUMENTALI NON INFETTI

La conquistata credibilità della Regione Puglia –– commenta il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele - ha consentito di centrare obiettivi che finora sembravano irraggiungibili. La Commissione europea non ha opposto ostacoli alle 4 richieste avanzate dalla delegazione italiana e presenterà una proposta di modifica della Decisione 2015/789 da sottoporre all’esame e al voto nel Comitato di giugno. Al Comitato fitosanitario permanente a Bruxelles sono state avanzate richieste
relativamente al reimpianto degli olivi nella zona infetta, alla protezione dall’abbattimento degli alberi monumentali non infetti, all’esclusione dell’applicazione della termoterapia per tre cultivar di vite e alla riduzione della fascia tampone (di 10 km per la zona di contenimento) a 5 km per le nuove aree di protezione. Si aprono così spiragli di futuro per un territorio gravemente compromesso sul fronte produttivo e paesaggistico e per gli agricoltori senza reddito da 3 anni”.
Intanto, sta per essere messa a punto da Coldiretti Puglia la piattaforma di  crowdfunding ambientale, utile a sostenere gli olivicoltori che a proprie spese hanno già avviato l’attività di sperimentazione e reimpianto che diverrà patrimonio comune della Puglia.
“Finalmente sarà riconosciuto il diritto degli olivicoltori pugliesi al reimpianto e bene ha fatto il Direttore dell’Assessorato Nardone a sottolineare l’esigenza di rafforzare il sostegno della UE ‘responsabile del problema’ per porre riparo e argine alla malattia  – aggiunge il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – e consentirà, secondo quanto anticipato, il 2017 sarà l’anno in cui la Regione Puglia potrà dare risposte concrete agli olivicoltori senza reddito da 3 anni. In base agli articoli 16, 17 e 18 del Regolamento Ue n. 652 del 2014, per cui il budget comunitario totale per fitopatologie e zoonosi è pari a 20 milioni di euro, il Direttore Nardone ha chiesto alla DG Sante un congruo sostegno finanziario per le attività di eradicazione, controllo e sorveglianza della malattia, sottolineando che per i monitoraggi la Regione Puglia ne ha già spesi 5 e stigmatizzando la evidente e grave insufficienza del fondo”.
Bari,  16 maggio 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Aprile 2018

Galatina montato il puntello blocca auto all'entrata della Porta Luce

Montato un puntello blocca auto all'ingresso della Porta Luce,si aziona tramite un telecomando lo possono azionare i vigili urbani significa che e' elettrico ed e' luminoso, la parte superiore ci sono dei led di colore arancione per essere visibile che c'e' l'ostacolo questo sistema e' adottato anche alle grandi citta' e specialmente per salvaguardare i centri storici.