Passa ai contenuti principali

“UNIVERSITA’ E LAVORO, LECCE DIMENTICA I NOSTRI TALENTI”, UN COMMENTO DI ANDREA SCARDICCHIO, CANDIDATO ALLE AMMINISTRATIVE DI LECCE PER LA PUGLIA IN PIÙ

“Mentre l’Università si appresta a celebrare la settimana del lavoro, con oltre 50 aziende chiamate a illustrare le opportunità occupazionali per i nostri studenti, un gruppo di universitarie del corso di Beni culturali dell’Alma Mater Studiorum di Bologna beneficia di un ‘reclutamento’ speciale per il cantiere di restauro del mosaico di piazza Sant’Oronzo. Sarà loro concesso di seguire anche i contestuali lavori di Santa Croce, contando sulla supervisione scientifica dei docenti appartenenti al prestigioso Ateneo
felsineo. Un motivo di vanto e di orgoglio, a dire dei tecnici della ditta salentina incaricata ai restauri. Può essere, ma mi chiedo a questo punto se un analogo ‘ingaggio’ sia stato previsto anche per gli studenti di Beni Culturali dell’Università del Salento, o per quelli dell’Accademica di Belle Arti. Non credo di sbagliare nel dire che spetterebbe prima di tutto a costoro usufruire di attività di formazione finalizzate alle pratiche di recupero dei nostri tesori musivi e architettonici. Viceversa avrebbe il sapore di uno sgarbo, nella patria dei fratelli Peluso e degli Zimbalo, un loro mancato coinvolgimento. Perché saprebbero far leva sulla forza del sentimento identitario, oltre la semplice vocazione, nell’accostarsi con doviziosa cura alla tutela del nostro patrimonio artistico e monumentale. Non dimentichiamo che i laureati in Beni culturali dell’Università del Salento attendono ancora un risarcimento da parte della città, per le difficoltà che tuttora scontano nel percorso di inserimento professionale. Grava, infatti, sulla loro sorte il dissidio, qui da noi lampante, tra la ricchezza dei beni storici, architettonici, archivistici e la penuria degli sbocchi lavorativi. Ma le politiche di casa nostra si concedono il lusso di trascurare i loro profili, anziché valorizzarne e capitalizzarne il talento. Altro che separate in casa, verrebbe da chiosare. Sembra che città e università abbiano già annunciato il divorzio”. 



Prof. Andrea Scardicchio 
Università del Salento 
Candidato al Consiglio comunale 

con “La Puglia in più di Dario Stefàno”

Commenti

Post popolari in questo blog

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa

News Video Galatina 28 Giugno 2017