Passa ai contenuti principali

UNA BIBLIOTECA PER COSTRUIRE IL FUTURO DI LECCE”

“Le politiche culturali intese come servizio ai cittadini per la crescita dell'intera comunità”, ne discutono domani, 16 maggio (ore 18)  a Lecce- Libreria Liberrima, Caffè ristorante All’ombra del barocco, Valeria Dell'Anna, candidata al Consiglio comunale di Lecce per la lista "La Puglia in più",  Carlo Salvemini, candidato Sindaco di Lecce e Antonella Agnoli, consulente bibliotecaria e componente del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici del Mibact.

“Si tratta – spiega Valeria Dell’Anna - di uno dei temi centrali nell'agenda del cambiamento che abbiamo disegnato per la nostra città. La spesa pubblica in politiche culturali non è semplicemente un costo, ma è un investimento per lo sviluppo, anche economico, di una comunità. Affinché questo accada è, però, necessario orientare le scelte politiche verso la costruzione di un sistema di "infrastrutture"
della conoscenza, dei saperi, dello sviluppo delle competenze..Le biblioteche pubbliche di base sono, per eccellenza, i luoghi in cui tutto questo nasce, cresce, si realizza”.
“Lecce  - aggiunge Dell’Anna - ha vissuto, negli ultimi vent’anni, in tema di politiche pubbliche per la cultura, la stagione dell'improvvisazione e dell'assenza di una visione. E' giunto il momento di voltare pagina e di opporre a tutto questo un investimento che guardi al futuro”.

Per parlarne, con Dell’Anna e Salvemini, ci sarà un'esperta di eccezione, Antonella Agnoliattualmente membro del Consiglio Superiore per i beni culturali e Paesaggistici del Mibact. 
Instancabile costruttrice di "piazze del sapere": da 40 anni ripensa, progetta, realizza biblioteche pubbliche. E' stata consulente di numerose Amministrazioni comunali dove, a diverso titolo, ha lavorato per la definizione del progetto culturale, la formazione del personale, la ristrutturazione o nuova edilizia bibliotecaria, la progettazione biblioteconomica e culturale, tra queste: Bologna_Sala Borsa, Calenzano (Fi), Cagliari, Casalpusterlengo (Lo), Castelnuovo Rangone (Mn), Cesena, Cinisello Balsamo (Mi), Fano (PU), Firenze_Biblioteca delle Oblate, Forlì, Gubbio (Pg), Lainate (Mi), Lodi, Maiolati Spontini (An), Macerata, Monfalcone (Ts), Mortara (Pv), Opera (Mi), Pioltello (Mi), Pisa_SMS, San Lazzaro di Savena (Bo), Scandicci (Fi), Senigallia (An), Sesto Fiorentino (Fi), San Canzian d’Isonzo (Go), Sondrio, Suzzara (Mn), Udine e per i Sistemi bibliotecari di Cameri (No) e della Valtellina, il consorzio SBNO (Sistema Bibliotecario Nord Ovest, prov. di Milano), la Fondazione per Leggere (prov. di Milano) e l’Amministrazione provinciale di Bolzano dove ha collaborato al restyling delle biblioteche multilingue di Bolzano e Merano.

E', inoltre, autrice di importanti pubblicazioni scientifiche sul tema:
La biblioteca per ragazzi, Editrice Bibliografica, 1999
Le piazze del sapere. Biblioteche e Libertà (Laterza 2009),
Caro sindaco, parliamo di biblioteche, Editrice Bibliografica, 2011
La biblioteca che vorrei, Editrice Bibliografica, 2014

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata