Passa ai contenuti principali

SEMINARIO DI STUDIO CON SAVERIO LINGUANTI

Venerdì 12 maggio, il Collegio dei Geometri e Geometri laureati della provincia di Lecce ospiterà il professor Saverio Linguanti, esperto di diritto amministrativo, legislazione sanitaria e del commercio, per un seminario di studio sul tema “Nuova Scia, silenzio assenso e le asseverazioni dei professionisti”, in programma dalle 9.30 presso l’hotel Leone di Messapia (strada provinciale Lecce-Cavallino, 32).
La relazione del professor Linguanti, uno dei maggiori esperti in materia a livello nazionale, aprirà una giornata di discussione e confronto dedicata a un argomento di estrema attualità, quello della nuova Scia (acronimo di “Segnalazione certificata di inizio attività”), partecipata da numerosi professionisti del settore che si confronteranno sul tema.


Saverio Linguanti è consulente giuridico di direzione e organizzazione per gli enti locali, esperto di diritto amministrativo, legislazione sanitaria e legislazione del commercio. È stato consulente giuridico dell’Ufficio Legislativo del Ministero dello Sviluppo Economico per le materie della semplificazione amministrativa e Sportello unico per le imprese. È attualmente docente di Legislazione professionale sanitaria presso l’Università di Pisa. Come consulente di importanti amministrazioni pubbliche ed aziende sanitarie, svolge attività di docente formatore a livello nazionale per conto dei maggiori istituti di formazione regionali e nazionali, collabora con quotidiani e periodici specializzati ed è autore di numerosi saggi e pubblicazioni.

Il seminario prenderà il via alle 9.30 con i saluti del presidente del Collegio Geometri Lecce Eugenio Rizzo e del direttore del Dipartimento di Prevenzione della Asl di Lecce, Giovanni De Filippis. Quindi prenderà la parola il professor Linguanti, la cui relazione toccherà diversi argomenti, a partire dal decreto legislativo 222 del 2016 ed i nuovi istituti giuridici della Scia (Scia Unica, Scia Condizionata), inquadramento e disciplina della comunicazione, differenze tra Scia e Scia Unica, l’inquadramento giuridico e le responsabilità degli Uffici, l’agibilità edilizia dei fabbricati dopo il suddetto decreto e la modifica del DPR 380 del 2001, per poi spiegare come cambia il parere istruttorio preventivo in materia igienico-sanitaria. Seguirà il dibattito con gli esperti e i tecnici che prenderanno parte al seminario.

“La materia urbanistico-edilizia – sottolinea il presidente dei geometri salentini, Eugenio Rizzo - ha subito rilevanti modifiche a seguito della riforma di legge cosiddetta “Madia”, i relativi decreti attuativi, d.lgs. 126-127 e 222 del 2016 (‘Scia 2’) e della pubblicazione del regolamento edilizio-tipo. Si tratta di provvedimenti che hanno mutato profondamente il panorama normativo riguardante i procedimenti da seguire per la realizzazione degli interventi edilizi. Da qui la necessità di organizzare una giornata di studio il cui obiettivo sarà quello di esaminare le novità contenute nelle nuove norme con l’obiettivo di ricostruire il quadro normativo delineato, evidenziare le criticità, confrontarci sull’applicazione delle nuove procedure. Ciò sempre al fine di curare il continuo e costante aggiornamento delle competenze della nostra categoria così da garantire la qualità ed efficienza della prestazione professionale, nel migliore interesse dell’utente e della collettività, e per conseguire l’obiettivo dello sviluppo professionale”.


“Il nostro Collegio – annuncia infine il presidente Rizzo - ha già formato una Commissione di studio permanente sulle nuove procedure urbanistiche, composta dai geometri Gino Ratano, Antonio Vergara, Sebastiano Cacciatore e Antonio Patavia, i quali, in considerazione della responsabilità che i tecnici certificatori si assumono con le asseverazioni richieste dalle nuove procedure, hanno ritenuto opportuno organizzare questa giornata di studio con uno dei maggiori esperti in materia a livello nazionale, il professor Linguanti”. 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa