Passa ai contenuti principali

Scuola INFN Otranto e Conferenza pubblica Masiero

Il Salento ospita fino all’1 giugno 2017 il Seminario Nazionale di Fisica Nucleare e Subnucleare, iniziativa di alta formazione scientifica nata nel 1977 e organizzata dal Dipartimento Interateneo di Fisica “Merlin” dell’Università e del Politecnico di Bari, dal Dipartimento di Matematica e Fisica “Ennio De Giorgi” dell’Università del Salento e dall’INFN, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare.

Intitolata al suo fondatore professor Francesco Romano, il Seminario riunisce a Otranto (Serra degli Alimini) studiosi di fama internazionale e giovani ricercatori per approfondire le tematiche più attuali della Fisica, settore  di ricerca a cui il nostro Paese offre contributi fondamentali, come dimostrano le recenti scoperte del bosone di Higgs e delle onde gravitazionali. 
Da sempre la Scuola di Otranto si distingue nel panorama nazionale dell’alta formazione, per il suo programma didattico, che combina argomenti scientifici di frontiera con sviluppi applicativi e relative ricadute in campo economico: gli ex-studenti del Seminario, infatti, lavorano oggi nei laboratori di ricerca più importanti del mondo, ma anche in realtà produttive, strutture finanziarie, istituti biomedicali, centri di calcolo eccetera.
“Dal Big Bang al Lato Oscuro dell’Universo” è il titolo della conferenza, organizzata in collaborazione con laProvincia di Lecce, che anche quest’anno sarà aperta al pubblico e che il Vice Presidente dell’INFN professor Antonio Masiero terrà nel Museo Provinciale “Castromediano” di Lecce il 29 maggio alle ore 16. In una visione di grande respiro, Masiero presenterà la nuova frontiera della ricerca internazionale alla luce dei risultati più recenti: esiste un ‘concetto elementare’ alla base di ciò che ci circonda?, com’è cominciato tutto?, quale sarà il destino finale? Il “lato oscuro” dell’Universo non cessa di sorprenderci.

Il programma completo della Scuola è disponibile sulla pagina web http://www.ba.infn.it/otranto

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 19 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata