Passa ai contenuti principali

PARCO SAN LORENZO A LIZZANELLO - DOMENICA 14 MAGGIO 2017, ORE 11.30

Aprirà finalmente i battenti ai cittadini il Parco San Lorenzo sito nella periferia sud-est di Lizzanello, l'inaugurazione del parco ha subito un ritardo a causa di gravi atti vandalici e di furti che ignoti sciagurati hanno posto in essere ai danni della collettività.
L'opera pubblica che si caratterizza per la sua ampiezza prospettica, le singolari caratteristiche illuminotecniche, la presenza di una fontana
longitudinale, il percorso benessere, la pista di pattinaggio professionale, l'info-point ed i servizi igienici è il risultato di due interventi di finanziamento pubblico ottenuti dal Comune di Lizzanello - Sindaco Giovannico negli anni 2007-2013.
Il Parco finanziato per circa 1.400.000 euro, insieme con la ristrutturazione dei 16 "alloggi popolari" di Via Benedetto Croce in Lizzanello costato circa 500.000 euro, con la realizzazione di 4 nuovi "alloggi popolari" in Merine costato circa 500.000 euro, con l'urbanizzazione dell'area dell'ex mercato coperto di Merine costata circa 300.000 euro, con la realizzazione del basolato nel centro storico di Lizzanello costato circa 300.000 rientra nelle misure di finanziamento PIRP - PIST (PON-FESR 2009-2013) ed ha segnato il passo alla prolifica stagione amministrativa del sindaco Costantino Giovannico.
Importanti ricadute sul territorio hanno riguardato anche le categorie professionali incaricate della progettazione esecutiva e della direzione dei lavori.
L'opera pubblica è affidata in gestione all'associazione La Fenice a cui va il nostro augurio di Buon lavoro!
Lizzanello, 14.05.2017
                                                                                                                                  Il Sindaco


Fulvio Pedone

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa