Passa ai contenuti principali

NARDO' SARANNO ABBATTUTI 26 PINI DI CONTRADA PITTUINI

Ventisei pini ad alto fusto sulla strada Ascanio-Pittuini saranno abbattuti a causa della loro condizione di massima pericolosità. Lo ha deciso la Giunta di Palazzo Personè sulla base della specifica relazione tecnica dell’agronomo Rosario Centonze, che ha valutato queste piante “a rischio estremo” e per le quali ha consigliato l’immediato abbattimento. Sulle piante superstiti (in totale i pini sono novantacinque) saranno effettuati interventi di potatura e contenimento, soprattutto su trentotto di loro che presentano una situazione particolarmente delicata per quanto riguarda stabilità e sicurezza.
La relazione tecnica giunge alla fine di una serie di passaggi formali e di verifiche con il Servizio Foreste della Regione Puglia, con la Soprintendenza archeologica, belle arti e paesaggio per le province di Lecce, Brindisi e Taranto, con il Corpo Forestale dello Stato, che hanno consentito di rilevare l’inesistenza di vincoli e la necessità di procedere a interventi di messa in sicurezza.
Da tempo la situazione dei pini di Ascanio-Pittuini, fortemente compromessi e instabili, viene monitorata con attenzione, anche per le numerose sollecitazioni dei residenti che quotidianamente percorrono la strada. Più volte in passato rami e arbusti, soprattutto a causa di avverse condizioni meteo, sono caduti determinando grossi rischi per cose e persone. L’ultimo episodio in ordine di tempo lo scorso febbraio con la caduta di un grosso ramo e l’intervento di Polizia Locale e dei Vigili del Fuoco. Ciò nonostante un importante intervento di potatura e di alleggerimento delle chiome effettuato nel 2014, che però non ha risolto il problema, visto che è rimasto isolato e visto che ad ottobre 2015 il vento ha letteralmente abbattuto cinque pini, tanto che fu disposta l’inibizione dell’accesso sul viale. Inoltre, nel tempo le radici degli alberi hanno invaso l’area sottostante la pavimentazione delle abitazioni provocando il sollevamento delle stesse e arrecando danni molto seri, nonché il pericoloso sollevamento del manto stradale. La situazione attuale dei pini ha di fatto annullato il loro valore ornamentale, ma soprattutto non garantisce la pubblica incolumità.
Sulla base della stessa relazione tecnica si procederà inoltre all’abbattimento e alla immediata sostituzione dei due pini e della palma di via Bonfante (in corrispondenza del negozio di ferramenta) che hanno provocato dissesti nella pavimentazione stradale (già causa di sinistri) e danni alle abitazioni più prossime, i cui proprietari hanno annunciato azioni risarcitorie.
Ufficio Stampa


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa