Passa ai contenuti principali

LILT Lecce, Giuseppe Serravezza, per ribadire la volontà a non accogliere il gasdotto TAP nella marina di San Foca.

All’indomani della manifestazione agonistico-sportiva nazionale Gallipoli Run indetta da questa associazione per la raccolta fondi a sostegno del proprio costruendo Istituto di Ricerca in Oncologia Ambientale “Centro Ilma”, tenutasi a Gallipoli, la comunità del Salento – Sindaci, Assessori, Associazioni no profit, cittadini e cittadine – si sono stretti attorno al Responsabile Scientifico LILT Lecce, Giuseppe Serravezza, per ribadire la volontà a non accogliere il gasdotto TAP nella marina di San Foca.

 Al dissenso di tutti questi anni portato avanti dai Salentini organizzati e non (Comitato e Movimento NO TAP), dalle Istituzioni locali, dagli operatori turistici, dagli abitanti di quel territorio, da una settimana si è aggiunta l’iniziativa estrema e determinata del succitato medico oncologo che ha intrapreso il digiuno della fame e della sete mettendo a repentaglio la propria incolumità. E’ di queste ore l’urgente ricovero ospedaliero per l’aggravamento delle sue condizioni di salute e, ciò nonostante, immutato è il suo convincimento a non interrompere il digiuno.
Il gesto è indirizzato a chi ancora può rivedere il progetto TAP – il Governo centrale – affinché ascolti le ragioni del locale dissenso e apra a dialogo e a confronto.
Ci sono margini operativi per fare tutto questo, anche di fronte a iter autorizzativi avanzati. Si può sempre tornare indietro e anteporre le ragioni del territorio e della comunità a quelle nazionali e sovranazionali riposte in accordi geopolitici ed economici.
L’appello è pertanto quello di gettare un ponte tra il centro amministrativo-politico e la periferia territoriale. Si può fare, la gente del Salento non solo lo spera ma ne è convinta, così come invoca questo gesto del Governo per far desistere dalla sua decisione lo stimato e capace professionista Serravezza.
 Casarano, 2 maggio 2017
Dott.ssa Marianna Burlando
Presidente LILT – Sez. Prov. di Lecce


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa