Passa ai contenuti principali

Galatina Roberta Forte in favore della protesta del dott. Serravezza contro la Tap

Tutti noi conosciamo il tuo impegno e la tua determinazione per fare di questo mondo un posto
migliore dove tutti si occupino e si preoccupino della salvaguardia del pianeta e del suo
ecosistema.

Da anni siamo uniti nella lotta contro l'ulteriore, dannoso ed inutile mostro della Tap che, con la
complicità del Governo, intende violentare il nostro mare e la nostra terra per favorire l'interesse
economico di pochi.
Da anni, nonostante le proteste dei tantissimi cittadini salentini, di tantissimi Sindaci ed
amministratori, assistiamo ad una pervicace volontà di realizzare l'opera contro la volontà del
territorio in nome di un millantato interesse strategico nazionale.
Nessun interesse, vero o falso che sia, può giustificare l'annientamento della volontà popolare,
violentare il territorio, ridurre le popolazioni ad una succube rassegnazione.
Seguiamo con seria preoccupazione la forma di protesta con cui hai deciso di svegliare
l'attenzione del governo su questo ennesimo scempio, unendoti allo sciopero della fame già
intrapreso, da quasi un mese, dal prof Ippazio Luceri .
La vostra protesta estrema rappresenta la volontà di un territorio di non rassegnarsi, ci auguriamo
che le istituzioni competenti riescano immediatamente a dare un segnale di tregua che consenta
di interrompere il vostro sacrificio.
A tal fine lanciamo anche da Galatina il nostro appello, per impedire che l'indifferenza del
Governo provochi danni gravi oggi alla vostra salute, domani all'intero territorio salentino.

Galatina, 3 Maggio 2017

                                                                                                        Roberta Forte
                                                                                             Progetto Bene Comune Galatina

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 19 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa