Passa ai contenuti principali

Galatina Roberta Forte candidata Sindaco, una fiscalita' giusta

Siamo da sempre convinti che la tassazione imposta ai cittadini debba essere commisurata ai servizi erogati e debba essere giusta e sostenibile per non scatenare la reazione di ribellione della cittadinanza che non può essere vessata da balzelli ingiusti.
In questi giorni di campagna elettorale si sta volutamente creando
confusione su un concetto semplicissimo che io ed il mio gruppo politico, Rifondazione Comunista, abbiamo difeso fino a rinunciare a sedere in giunta: non si può chiedere a chi con sacrificio e difficoltà paga regolarmente le tasse di versare di più per coprire le somme di chi evade.
Questo è successo con la tariffa TARI, per la quale l’Amministrazione Montagna incapace di immaginare strumenti di riscossione efficace, decise di spalmare le somme non riscosse su tutte le utenze galatinesi, questo ha fatto il Commissario accettando la soluzione semplicistica prospettata dagli uffici comunali, cui ovviamente non compete di trovare soluzioni politicamente accettabili.
Non ho mai pensato, né voluto, mandare a casa l’Amministrazione Montagna, al contrario, , in tre note protocollate indirizzate al Sindaco, alla Giunta, ai Consiglieri di maggioranza ed agli uffici preposti, prospettai responsabilmente una soluzione per effettuare una riscossione efficace che non gravasse in modo insostenibile sulle spalle dei cittadini, che prevedeva la revoca dell’incarico svolto inefficacemente da Equitalia e l’affidamento ad altre e più efficienti Agenzie di riscossione.
Credo che questa sia l’unica soluzione per affrontare un problema annoso, comune a quasi tutti i Comuni italiani, che non si sognano certo di risolverlo in maniera così superficiale e frettolosa.
Ho cercato di convincere la mia maggioranza di non effettuare una manovra iniqua e solo davanti alla ostinata pervicacia di adottare un provvedimento contro i cittadini onesti ho rassegnato le mie dimissioni, per non tradire la fiducia di chi con il suo voto mi aveva conferito il mandato di governare per tutelare l’interesse pubblico.
Non possiamo accettare che dormano sonni tranquilli tutti gli evasori, su cui gli uffici non sono in grado di garantire l’accertamento in tempi utili, mentre un peso insostenibile sta per abbattersi per le tantissime utenze domestiche mono reddito o senza lavoro e per tutte le utenze commerciali che rimarranno piegate da un imposizione tributaria difficilmente affrontabile.
Questo è l’impegno che assumo da candidata Sindaco: togliere questo peso insostenibile dalle spalle dei Galatinesi onesti, avendo già dimostrato di non accettare scorciatoie che per salvare la nave, ne uccidono l’equipaggio. Mi propongo di realizzare un piano di recupero che tuteli tutti i cittadini da una inutile ed ingiusta politica di lacrime e sangue, che produrrà il deprecabile effetto di peggiorare le entrate comunali a causa dell’impossibilità per molti di farvi fronte.
Galatina, lì 29.05.2017

Avv. Roberta Forte

Progetto Bene Comune

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa