Passa ai contenuti principali

"Galatina" Festa del Baratto

Domenica 28 maggio, dalle ore 10.00 alle ore 13.00, in Piazza Alighieri, si terrà la 1^ edizione della “Festa del Baratto”, promossa dal Comune di Galatina e da Monteco.
L’iniziativa ha lo scopo di educare alle buone pratiche ambientali, di riduzione e riuso dei rifiuti.
A chiunque di noi capita di avere in casa oggetti nuovi o usati che vengono scarsamente utilizzati,
perché non ci piacciono o perché ne abbiamo in eccesso; che si tratti del classico regalo natalizio poco azzeccato o di un acquisto frettoloso abbandonato nell'armadio, di suppellettili, piccoli oggetti di arredamento, abbigliamento, accessori o vecchi libri, cd e dvd, questi oggetti finiscono il più delle volte nel dimenticatoio, ad ammuffire negli scatoloni in garage finché un giorno non ci si decide a buttarli nel bidone dell'indifferenziata.
Tramite questo evento sarà finalmente possibile barattare i nostri oggetti nuovi o usati, purché in buono stato, con gli altri partecipanti e magari trovare quello che cercavamo, contribuendo così a ridurre la quantità di rifiuti destinati in discarica. Sarà inoltre allestita una apposita sezione dedicata ai ragazzi. Tale iniziativa permetterà di prendere coscienza che riattivando circuiti virtuosi come quello del baratto, ogni cittadino può in prima persona contribuire alla crescita della propria comunità, coniugando il vantaggio ambientale a quello economico e sociale.
Si invitano i cittadini e tutte le associazioni del territorio a partecipare alla “Festa del Baratto”, creando una sinergia positiva che possa amplificare la loro voce insieme alle buone pratiche di riduzione dei rifiuti.
REGOLAMENTO
La festa del baratto è semplice, economica, ecologica e si basa su poche semplici regole per garantire a tutti i partecipanti di scambiare in maniera equa e soddisfacente:
1) porta presso il punto accoglienza un massimo di 10 oggetti che siano in buone condizioni, funzionanti e puliti;
2) ritira la scheda di partecipazione contenente un “Ecopunto” per ogni oggetto portato (10 oggetti = 10 ecopunti). Ogni oggetto riceverà un punto indipendentemente dal suo valore economico, il denaro è rigorosamente escluso dalla Festa del Baratto;
3) posiziona in maniera ordinata i propri oggetti negli spazi a disposizione e dedicati a cercare i nuovi oggetti che desideri, incontrando e scambiando due chiacchiere con i precedenti proprietari;
4) “spendi” i tuoi Ecopunti per prendere ogni altro oggetto presente sui banchi del baratto e portali con te. Cosa portare: abbigliamento, accessori, oggetti per la casa, suppellettili, quadri, candele, pentole, giocattoli, giochi di società, fumetti, dvd, cd, libri, ecc. Cosa non portare: abbigliamento intimo, oggetti di valore (gioielli, ecc.), oggetti non facilmente trasportabili o molto ingombranti.
Gli oggetti ed i capi che a fine evento eventualmente rimarranno senza nuovo proprietario verranno ritirati dall'azienda ed avviati al corretto smaltimento/recupero o donati ad associazioni di volontariato in accordo con il Comune.
I partecipanti saranno invitati ad allegare agli oggetti che vorranno scambiare una targhetta “storica” raccontando con 1 parola o 1 frase il valore o il ricordo che essi attribuiscono all'oggetto che offrono; ciò consentirà di far comprendere agli utenti che si tratta di scambiare oggetti al 100% validi, di cui non si ha più bisogno ma che non devono finire in discarica, perché utili per le altre persone.

Ufficio stampa del comune di Galatina


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa