Passa ai contenuti principali

“Food a Sud"

Food a Sud merita di diventare un progetto stabile, studieremo le modalità più idonee per istituire un’apposita cabina di regia: la formazione nella comunicazione dell’enogastronomia è fondamentale per una regione di eccellenze qual è la Puglia. Si tratta di un aspetto strategico e cruciale per proseguire lo straordinario trend turistico della nostra regione, tanto meglio se, come è stato dimostrato in questa rassegna, si abbracciano formule innovative” così l’assessore
regionale alla Scuola Sebastiano Leo stamattina a Lecce al convegno di apertura della giornata conclusiva della prima rassegna pugliese dedicata alla comunicazione e al giornalismo enogastronomico.

Anche i relatori ospiti della rassegna - Marcella Gabbiano, giornalista di Repubblica, Marcello Masi, giornalista e conduttore “I Signori del Vino” e “Linea Verde” Rai 1, Paola Sucato, blogger ed esperta di comunicazione, ed Enzo Vizzari, giornalista e direttore delle Guide de L’Espresso, Flavia Coccia, direttore operativo dell’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche - hanno posto l’accento sull’importanza non solo della formazione continua per tutti gli addetti ai lavori e gli studenti delle scuole alberghiere, ma anche di rendere Food a Sud una sorta di laboratorio permanete, una fucina di idee, di innovazione, di banca dati, di luogo virtuale di incontro fra domanda e offerta per accrescere le capacità comunicative e di informazione di un territorio di cui sono state sottolineate le peculiarità che ne rendono unica l’offerta turistica. Non solo sole e mare, ma anche e soprattutto l’enogastronomia, i piatti, le tipicità, le storie della tradizione legate ai prodotti, che meritano di essere raccontate.
I numeri di questa primissima edizione: un centinaio di giornalisti scritti ai corsi, che prevedevano crediti per la formazione continua, docenti, addetti ai lavori e quasi duecento studenti che si sono avvicendati nella due giorni.

”FOOD A SUD”, infatti, nato da un’idea delle giornaliste Rosaria Bianco, Leda Cesari e Francesca Sozzo ha visto non solo la collaborazione fra l’associazione “Food a Sud”, l’Ordine dei Giornalisti di Puglia, col contributo della Regione Puglia- Assessorato all’Istruzione e il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e del Comune di Lecce, ma anche il partenariato con alcune scuole alberghiere salentine: l’Ipseo Aldo Moro di Santa Cesarea Terme (istituto capofila) l’ “Elsa Morante” di Crispiano e il “Gaetano Salvemini” di Fasano.




Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 26 Maggio 2018

Galatina montato il puntello blocca auto all'entrata della Porta Luce

Montato un puntello blocca auto all'ingresso della Porta Luce,si aziona tramite un telecomando lo possono azionare i vigili urbani significa che e' elettrico ed e' luminoso, la parte superiore ci sono dei led di colore arancione per essere visibile che c'e' l'ostacolo questo sistema e' adottato anche alle grandi citta' e specialmente per salvaguardare i centri storici.