Passa ai contenuti principali

E-DISTRIBUZIONE COMPLETA IL RINNOVO TECNOLOGICO E L’ADEGUAMENTO

Foggia, 24 maggio 2017 - e-distribuzione, la società del gruppo Enel che gestisce la rete di distribuzione dell’energia elettrica, ha completato i lavori di rinnovo tecnologico e adeguamento antisismico dell’impianto di Smistamento di Poggio Imperiale in provincia di Foggia.
 Ispirandosi a principi di sostenibilità e innovazione tecnologica e grazie a un investimento di oltre 400mila euroe-distribuzione ha ammodernato l’impianto di Poggio Imperiale con le ultime tecnologie, migliorando il servizio elettrico sia nelle situazioni ordinarie che in caso di disservizio.

Lo smistamento è uno snodo fondamentale per la gestione e il controllo del sistema elettrico. È alimentato dalla cabina primaria di Apricena e da esso ripartono 7 linee di media tensione che forniscono elettricità a Poggio Imperiale e Lesina, entrambi comuni con più di 5000 clienti.

Gli interventi eseguiti hanno riguardato le apparecchiature elettromeccaniche grazie all’’installazione del nuovo quadro di media tensione e anche la ristrutturazione e l’adeguamento alla normativa sismica dell’intero edificio (il comune di Poggio Imperiale è infatti situato in zona sismica).

In occasione dei lavori, all’interno del fabbricato, è stato realizzato un nuovo impianto elettrico per l’illuminazione interna ed esterna oltre alla riqualificazione dell’intero fabbricato.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa