Passa ai contenuti principali

Concours Mondial de Bruxelles, sul podio l’autoctonia di Claudio Quarta Vignaiolo

Podio al “Concours Mondial de Bruxelles” per tutte e tre le cantine di Claudio Quarta Vignaiolo: Cantina Moros, Tenute Eméra e Cantina Sanpaolo. Un “en plein” straordinario al prestigioso concorso internazionale itinerante che quest’anno si è svolto a Valladolid, provincia situata nel cuore della Castiglia e León in Spagna e che ha visto in gara ben 9080 vini provenienti da tutto il mondo, assaggiati alla cieca da 320 degustatori.

Grande gioia in casa Quarta per la medaglia d’oro assegnata a “Moros” il Salice Salentino Rosso DOP Riserva 2015, prodotto nella omonima cantina di Guagnano, nel cuore del Salento del Negroamaro, dove Claudio Quarta ha dato vita al suo progetto “Un vigneto, una cantina un vino”. Una rarità nel panorama nazionale: una piccolissima cantina, con l’annesso vigneto di poco più di un ettaro, dedicata alla esclusiva produzione di un solo vino, il Moros appunto, che alla sua terza annata ha già collezionato una striscia di importanti riconoscimenti. Al concorso di Bruxelles, va anche aggiunto, è stato inviato un campione di vasca del vino che sarà disponibile sul mercato a partire da novembre 2017. 
“Un riconoscimento- commenta Claudio Quarta – che ci rende felicissimi per il riscontro internazionale del progetto “Un vigneto una cantina un vino” che premia la qualità e l'autoctonia. Questo naturalmente ci stimola a proseguire con determinazione sulla strada della valorizzazione dei vitigni autoctoni, come ci confermano ulteriormente anche le altre medaglie ai vini prodotti sempre in territori vocati: Lizzano terra storica del Primitivo di Manduria e l’Irpinia, regno del greco di Tufo”. 

A Lizzano, infatti, nella cantina di Tenute Eméra, nasce SUD del SUD Salento Rosso IGP 2015 premiato con laMedaglia d’Argento e in Irpinia, a Cantina Sanpaolo il Greco di Tufo Claudio Quarta DOCG 2016 che conferma laMedaglia d’Argento aggiudicatasi in una precedente edizione dello stesso concorso.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 19 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa