Passa ai contenuti principali

BariBeachRugby ripescato per la Coppa Italia RGR

Il forfait dei Monster di Padova e dei Fish ’N Fish di Napoli apre uno spiraglio alla partecipazione del BariBeachRugby alla prima edizione della Coppa Italia RGR. Al torneo, istituito da quest’anno per le categorie maschile e femminile, sono state invitate a partecipare le prime 8 squadre tra gli uomini insieme alle 4 provenienti dal torneo donne classificate al Master Finale 2016. La vittoria della Coppa Italia metterà in palio la qualificazione diretta alla finalissima valida per lo Scudetto 2017. Il Presidente
della Lega Mattia Gomiero ha definito la Coppa RGR una «bella scossa alle regole di competizione del Beach Rugby italiano». La squadra vincente infatti guadagnerà un vantaggio significativo: oltre alla qualificazione, potrà sfruttare il tempo a disposizione dal 10 giugno per allenarsi, studiare gli avversari e prepararsi al meglio al Master Finale. Ora la palla passa in mano al BariBeachRugby che, entro il 26 maggio, dovrà decidere se prendere parte a questo importante appuntamento che darà lustro non solo alla squadra barese ma a tutto il Comitato Magna Grecia che da nove anni sta dando la possibilità alle squadre di Basilicata, Calabria, Molise e Puglia di esprimersi a buon livello in ambito nazionale. La Coppa Italia RGR si giocherà sabato 10 giugno presso il Pinetina Beach Village di Ostia Lido. Domenica 11 scenderanno sulla sabbia i giovanissimi del minirugby e i ragazzi delle categorie U14 e U16 con un torneo a loro dedicato. L’organizzazione delle due giornate sarà gestita sul campo dal consigliere L.I.B.R. Simone Olleia con il prezioso aiuto della società Nea Ostia Rugby

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa