Passa ai contenuti principali

AGRICOLTURA: COLDIRETTI PUGLIA, AL SUD LA PIU' GIOVANE D'ITALIA; DOMANI 10/05 PRESENTAZIONE APP PER CRESCERE E INNOVARE

Parla il linguaggio dell’innovazione l’agricoltura del Sud,  un settore che fino a pochi anni fa ha vissuto un processo di invecchiamento che pareva inarrestabile. Per rendere ancora più fluido il passaggio di informazioni utili ai giovani che intendono investire in agricoltura, Coldiretti ha creato una nuova APP per saperne di più sui finanziamenti europei dello sviluppo rurale, a partire dai bandi del PSR. Si chiama TerraInnova, applicazione scaricabile su dispositivi mobili Android (Google Play) e IOS (App Store), ed è rivolta alle aziende agricole che già vi operano, ai giovani che intendono avvicinarsi al settore agricolo,  e a tutti gli altri operatori del mondo agricolo a vario titolo interessati.

La app sarà presentata domani, 10 maggio 2017, alle ore 10,00, alla Fiera del Levante, da Stefano Leporati, Responsabile Politiche comunitarie di Coldiretti Nazionale.
L’aumento record del 26 per cento delle iscrizioni all’Università nei corsi di laurea in scienze agroalimentari, in netta controtendenza rispetto all’andamento generale nell’ultimo decennio, conferma la presenza di nuove ed interessanti opportunità di lavoro in campagna dove  si stima che grazie alla green economy saranno disponibili centomila posti di lavoro per i prossimi tre anni.
Spazio agli approfondimenti, dunque, sull’agricoltura di precisione, sui bandi di primo insediamento per i giovani a valere sui PRS di Puglia e Basilicata a cura di Pietro Spagnoletti e Francesco Spinella e sui bandi PON per l’eduzione alimentare nelle scuole con Daniele Taffon, Responsabile Ambiente di Campagna Amica. All’incontro parteciperanno, tra gli altri, il Presidente di Coldiretti Basilicata e Puglia, Piergiorgio Quarto e Gianni Cantele.


Bari, 9 maggio 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa