Passa ai contenuti principali

XYLELLA: COLDIRETTI PUGLIA, DA AGEA AIUTI COMUNITARI PER 670 OLIVICOLTORI LECCE, BRINDISI E TARANTO; AL VIA LIQUIDAZIONE ALTRI 30 MILIONI EURO

“Bene la tempestività con cui il Direttore di Agea, il pugliese Pagliardini, ha disposto nei giorni scorsi il pagamento degli aiuti PAC a beneficio di 670 olivicoltori delle province di Lecce, Brindisi e Taranto e ci ha comunicato, inoltre, di aver provveduto a licenziare un ulteriore decreto, attraverso il quale saranno liquidati i pagamenti per oltre 25mila aziende per più di 30 milioni di euro. Avevamo chiesto un personale intervento al Direttore Pagliardini proprio all’indomani della nostra manifestazione a Lecce, dove per l’ennesima volta tutti hanno potuto toccare con mano la disperazione dei nostri olivicoltori che stanno
combattendo ormai da quattro anni contro la Xylella, una malattia aggressiva e insidiosa che ha già infettato 140mila ettari olivetati e 10 milioni di piante”. E’ il Presidente di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele, a dare notizia della lettera di risposta del Direttore dell’Agea a Coldiretti Puglia che chiedeva di accelerare l’erogazione dei premi a beneficio degli olivicoltori senza reddito da 3 anni.
Gli agricoltori svolgono una straordinaria azione di manutenzione e salvaguardia dell’ambiente e delle aree rurali spesso in solitudine e con grandi difficoltà. La dimostrazione è nei numeri. In Puglia il 15% della superficie olivicola è coltivata con metodi di produzione biologica. L’olivo copre una superficie pari a circa 55.000 ettari- continua Coldiretti Puglia - che rappresentano il 32% del totale delle superfici bio, su un totale regionale di 171mila ettari e il 20% della produzione nazionale. In Puglia l’olio è una risorsa preziosa e l’olivo rappresenta il paesaggio, la storia, il turismo e soprattutto occupazione. Per questo Coldiretti ha organizzato un ciclo di incontri tecnici nelle tre province, per fornire al tessuto imprenditoriale e sociale informazioni utili e puntuali per contrastare e prevenire la malattia, a partire dalla lotta all’insetto vettore,
“Ringraziamo il Direttore Pagliardini per la tempestività e la sensibilità verso un problema che ha a cuore. E’ una vitale boccata d’ossigeno per i nostri olivicoltori – aggiunge il Direttore di Coldiretti Puglia, Angelo Corsetti – che stanno assistendo inermi al disseccamento degli ulivi e al conseguente dimezzamento della produzione delle olive e di olio. Al contempo vanno avviate iniziative dirette alla valorizzazione dell'olio extravergine di oliva, con particolare riguardo ad azioni divulgative per favorire la conoscenza delle proprietà nutrizionali e salutistiche degli oli extravergini di qualità. Dobbiamo evitare che al danno si aggiunga la beffa, ribadendo in ogni consesso che l’olio extravergine made in Salento è di qualità eccellente e non esistono rischi sul fronte della sicurezza alimentare, lavorando in maniera strategica e programmatica sull’immagine”.


Bari, 2 aprile 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 19 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata