Passa ai contenuti principali

WORK IN FLANDERS CON #EURES”: OPPORTUNITÀ DI LAVORO IN BELGIO PER I“NGEGNERI E INFORMATICI. VIA ALLE PRENOTAZIONI PER L’EVENTO DEL 9 MAGGIO A LECCE

Work in Flanders con #EURES” è l’evento dedicato a chi ha competenze ingegneristiche o è specialista nel settore informatico e ha voglia di andare a lavorare nella Fiandre, in Belgio.

L’appuntamento sarà il 9 maggio, presso Ecotekne, Università del Salento (Aula Fermi, Edificio Ibil), dalle ore 12 alle 19, con un seminario mattutino aperto a tutti, previa registrazione, ed una sessione pomeridiana di colloqui personalizzati per i quali è necessaria la prenotazione.


L’iniziativa è promossa da Eures della Provincia di Lecce (European Employment Services, lo sportello creato nell’ambito del Servizio Politiche attive del lavoro della Provincia di Lecce, diretto da Carmelo Calamia), ed Eures Belgio, dedicato alla piccola, ma dinamica regione belga delle Fiandre, ed è ospitata all’interno della “Settimana del Lavoro” (8-12 maggio 2017), organizzata dal Career Service dell’Università del Salento.

“Work in Flanders” nasce dalla necessità di colmare i posti vacanti disponibili nella regione fiamminga, che riguardano soprattutto il settore ingegneristico ed informatico e, quindi, informare sulle opportunità esistenti i giovani (e non) professional salentini, che vogliono sfruttare i vantaggi della cittadinanza europea e trovare un’occupazione rispondente alla loro formazione e alle competenze acquisite.

Il seminario (con locandina in italiano ed inglese), secondo la tradizione “Living and Working” di Eures, partendo dalle peculiarità della regione belga, approfondirà il mercato del lavoro relativo ai due settori, dettagliando i profili e le caratteristiche delle aziende alla ricerca di personale, le loro offerte di lavoro, le competenze richieste, le modalità di candidatura.

Protagonista sarà Jill Delombaerde del VDAB, Servizio Pubblico per l’impiego, Servizi alle aziende –Eures. Va evidenziato che le aziende fiamminghe-belghe si rivolgono al Servizio Pubblico per l’impiego Belga VDAB e a quello europeo Eures per selezionare i loro dipendenti e trovare quelli che rispondono esattamente alle loro finalità produttive, grazie all’elevata capacità di pre-recruiting che il servizio Eures svolge in Europa.

Nella sessione pomeridiana (15-19), invece, sarà possibile sostenere un colloquio con l’esperto Delomabaerde. I requisiti richiesti sono: laurea magistrale in Ingegneria Civile ed Ambientale, Meccanica, Gestionale, Elettronica, Materiali e Nanotecnologie, Informatica (per informatica anche triennale) e, naturalmente, una buona conoscenza della lingua Inglese.

La dottoressa Delombaerde incontrerà anche il presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Lecce e rappresentati dell’Università del Salento, al fine di informare sulla realtà industriale della regione rappresentata, di conoscere i curriculum formativi disponibili presso la stessa Università e di creare un ponte reale tra il mondo della formazione e quello del lavoro in Europa.

La partecipazione al seminario è gratuita, ma occorre registrarsi con e-mail a: bgreco@provincia.le.it, oggetto: Work in Flanders – partecipazione.

Per prenotarsi al successivo colloquio personalizzato con Jill Delombaerde di VDAB Belgio, occorre specificarlo nella e-mail di registrazione, allegando il cv in inglese, fermo restando il possesso dei requisiti previsti.

L’Ufficio Eures della Provincia di Lecce valuterà le candidature ricevute ed invierà conferma per i colloqui. Si può seguire l’evento sulla pagina fb https://www.facebook.com/events/407138129658262.

Lecce, 21 aprile 2017


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa