Passa ai contenuti principali

VENERDÌ 7/4 PRESENTAZIONE ‘DOSSIER SU SPRECHI ALIMENTARI’ IN PUGLIA; CUCINA DEGLI AVANZI CONTRO CIBO BUTTATO E IN ESTREMA RATIO COMPOSTIERE FAI DA TE

Quanto, quando e perché le famiglie pugliesi buttano cibo? Venerdì 7 aprile, alle ore 11,00, presso la saletta al piano terra del Consiglio Regionale (Via Capruzzi), sarà presentato il ‘Dossier sugli sprechi alimentari’, elaborato da Coldiretti, Campagna Amica Puglia e Istituto Pugliese per il Consumo e che ha coinvolto un campione di famiglie di ogni provincia pugliese che hanno appuntato sul ‘Diario anti-spreco’ il cibo buttato.  


L’iniziativa, organizzata in collaborazione con la Regione Puglia Servizio Consumatori, vedrà la partecipazione, oltre a Direttore e Presidente di Coldiretti Puglia, Corsetti e Cantele, Teresa Lisi e Giulia De Marco dell’Assessorato allo Sviluppo Economico Sezione Consumatori, i responsabili delle Associazioni dei Consumatori regionali e il consigliere regionale Ruggiero Mennea, proponente del DdL contro gli sprechi alimentari.

Ai consumatori saranno dati consigli utili sul riutilizzo del cibo da buttare nei ‘piatti del giorno’, una ottima soluzione per non gettare nella spazzatura gli avanzi e mantenere vive tradizioni culinarie che hanno generato ricette simbolo della cultura enogastronomica pugliese. In estrema ratio spazio alla compostiera fai da te, di cui saranno illustrati procedimenti e materiali.


Bari, 5 aprile 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 19 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata