Passa ai contenuti principali

SOLIDARIETÀ IN ARRIVO I PACCHI DEL BANCO DELLE OPERE DI CARITÀ

Il Comune di Nardò ha aderito formalmente al Banco delle Opere di Carità di Puglia, una iniziativa che prevede interventi di assistenza alimentare in favore di nuclei familiari indigenti. In particolare, la spesa preventivata dall’amministrazione comunale (11 mila euro) consentirà la consegna mensile, per un anno intero, a circa duecento famiglie di pacchi contenenti generi alimentari. Cioè, pasta, latte, caffè e altri generi di prima necessità, oltre alla frutta e a prodotti specifici per chi ha bambini o esigenze alimentari particolari. Si tratta di alimenti nella disponibilità del Banco delle Opere di Carità grazie alle donazioni e a campagne di raccolta fondi oppure raccolti dalle eccedenze della filiera agroalimentare (che permettono di evitare anche gli sprechi).

L’accesso a questo beneficio sarà determinato dagli esiti di un apposito avviso pubblico cui potranno partecipare coloro che hanno un’attestazione Isee pari o inferiore a 5 mila euro e che non ricevono già aiuti o sostegni dello stesso tipo da parte della Caritas di Nardò.
Il Banco delle opere di carità è un’associazione che dal 1993 si occupa della raccolta degli alimenti, ma anche dell’approvvigionamento dei farmaci da banco, dei prodotti igienico sanitari e della successiva ridistribuzione alle persone indigenti. Oggi il Banco delle opere di carità è presente in Campania, Molise, Puglia, Lazio, Basilicata, Calabria e Piemonte. Il Comune di Nardò, su proposta del consigliere comunale Giuseppe Alemanno, ha firmato un accordo di collaborazione con il Banco delle Opere di Carità di Puglia, che ha sede ad Alessano.
Nei limiti delle possibilità interveniamo - spiega il sindaco Pippi Mellone - su quella fascia di popolazione che vive purtroppo in condizioni di povertà o comunque di difficoltà. Viviamo anni di crisi che hanno falcidiato il tessuto sociale e pur lavorando per migliorare le condizioni e i presupposti del sistema economico della nostra città, dobbiamo fornire risposte contingenti a tante persone”.


 “L’azione del Banco delle Opere di Carità - commenta l’assessore alle Politiche Sociali Maria Grazia Sodero - è encomiabile in un contesto in cui povertà, bisogno e disagi sono frontiere quotidiane di lotta per noi amministratori. Il particolare meccanismo del Banco ci consente infatti di beneficiare di una portata dell’intervento non trascurabile, cioè aiuti per un anno a 200 famiglie, che altrimenti con la stessa somma, 11 mila euro, non potremmo mai ottenere. È una risposta concreta e immediata alle richieste di tante famiglie”.

Commenti

Post popolari in questo blog

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa

News Video Galatina 26 Giugno 2017