Passa ai contenuti principali

Salento Street Food sbarca in Austria

Da giovedì 4 a domenica 7 maggio è in programma a Weiz, in Austria l’Italienischer Markt, un mercatino interamente dedicato al cibo italiano e, per la prima volta, questa edizione 2017 offrirà ai tanti visitatori, oltre alle frittelle di mele e allo speck del Tirolo,
anche la possibilità di degustare, conoscere e apprezzare alcune specialità della tradizione salentina proposte sul caratteristico food trailer di Salento Street Food.

Gli oltre 1.600 km da percorrere non hanno scoraggiato Elena e Francesco dall’accettare l’invito ricevuto dall’organizzazione austriaca e portare l’ormai nota “Credenza on the road” oltre i confini nazionali. I due giovani ed intraprendenti ragazzi sono gli ideatori e gestori di “Salento Street Food”,  una piccola realtà salentina su ruote che da tre anni porta in tutta Italia, nei migliori festival dedicati al cibo da strada, tante prelibatezze preparate all’istante e pronte da consumare in loco.

Ambasciatori della tradizione salentina, Elena e Francesco faranno conoscere al popolo austriaco le classiche Pittule pugliesi di semola di grano duro, sia in versione salata che dolce con il tradizionale Cuettu (mosto cotto d'uva) o con Cioccoliamoci al Vincotto, le Patate novelle di Galatina DOP al curry, rosmarino e Vincotto Balsamico della Comunità del Cibo del Vincotto PrimitivO, divenute senza ombra di dubbio icona del loro menù. Ma le proposte culinarie continuano anche con un Wurstel artigianale di puro suino del “Salumificio Santoro” di Cisternino abbinato alle novelle al Vincotto Balsamico e alle cipolle in agrodolce al mosto cotto d'uva de “I Contadini”, tutti prodotti ed ingredienti di alta qualità realizzati dalle aziende del circuito “Più Gusto”. Quest’ultima rappresenta una vera e propria sfida in quanto vede un tipico prodotto del luogo ospitante rivisitato con prodotti e gusto salentino.

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 21 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa