Passa ai contenuti principali

IL PRIMO CIRCOLO DIDATTICO “CESARE BATTISTI” DELLA CITTA’ DI LECCE SI CLASSIFICA AL 18° POSTO SU 173 PROGETTI PRESENTATI AL MIBACT

Su 173 progetti presentati al Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo a livello nazionale, il Primo Circolo Didattico del capoluogo salentino, sito in un immobile del 1897, di assoluto interesse storico-architettonico, si è classificato al 18° posto, risultando vincitore di un finanziamento di centomila euro, destinato alla ristrutturazione, al recupero e alla valorizzazione dell'ambiente scolastico.


"Siamo particolarmente soddisfatti del risultato  - afferma il Dirigente dell'Istituto Maria Rosaria Rielli - poiché il progetto presentato, denominato Creative L@b, intende tutelare e promuovere l’immobile del Cesare Battisti, al quale tantissimi giovani e meno giovani sono certamente legati per avervi frequentato la scuola primaria, e allo stesso tempo creare un ambiente innovativo e aperto al pubblico, attraverso cui far fruire cultura. Insieme ai docenti e ai curatori del progetto, abbiamo creduto e crediamo fortemente che il concetto 'Scuola, spazio aperto alla cultura', tema del bando, debba tradursi in azioni concrete e reali. Per tali ragioni, abbiamo immaginato la costituzione di un laboratorio innovativo e polifunzionale permanente, a disposizione del territorio, per diffondere la creatività contemporanea. L'iniziativa ha trovato l'apprezzamento da parte del MIBACT che ha finanziato l'idea progettuale".

Il piano di lavoro verrà realizzato in collaborazione con l'IISS "Galilei-Costa", il Liceo Scientifico "Cosimo De Giorgi", il Comune di Lecce, l'Associazione Culturale "Tribù Digitale" impegnata a promuovere la cultura digitale tra i nativi digitali, le loro famiglie e le scuole, l'Associazione di volontariato "Div.ergo", attiva nella diffusione della cultura dell’innovazione e dell’inclusione sociale.

Le attività attraverso cui si svilupperà il progetto sono molteplici e vanno dal recupero e dalla valorizzazione degli spazi interni all’edificio storico, alla realizzazione di un laboratorio permanente di creatività digitale, che valorizzi l’inventiva contemporanea per ridurre la povertà educativa presente nei quartieri di riferimento delle scuole aderenti alla rete, sino alla realizzazione di un laboratorio di teatro digitale, che promuova presso l'intera comunità cittadina, oltre che di quartiere, l’attiva fruizione del patrimonio storico-culturale relativo all’edificio del Primo Circolo Didattico "Cesare Battisti".

Il progetto avrà importanti ricadute di carattere sociale per il territorio, poiché interesserà simultaneamente e in attività parallele la comunità scolastica del "Cesare Battisti", del "Galilei-Costa" e del "Cosimo De Giorgi", e privilegerà nella realizzazione delle attività laboratoriali il coinvolgimento dei residenti della città, con disabilità, bisogni educativi speciali e svantaggi socio-culturali, per contribuire al miglioramento dei loro percorsi di crescita educativa. La comunità locale, principale fruitrice dei prodotti e dei servizi culturali realizzati nel Creative L@b, sarà coinvolta nei processi di innovazione sociale, basati sui principi del rispetto della diversità e dell’integrazione.

Visitatori e turisti riceveranno un invito permanente ad assistere alla rassegna teatrale e ad accedere alla mostra delle opere di creatività contemporanea dedicate al patrimonio storico-culturale legato al "Cesare Battisti". 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa