Passa ai contenuti principali

IL CARDINALE ANTONELLI E ROCCO BUTTIGLIONE A LECCE

Papa Francesco nell’esortazione Amoris Laetitia chiama “situazioni di fragilità”, segnate dall’“amore ferito”, le convivenze di coppia uomo-donna senza matrimonio religioso: divorziati civilmente risposati, sposati con solo matrimonio civile, conviventi registrati, conviventi di fatto. Nei confronti di queste situazioni invita ad assumere “un’attenzione pastorale misericordiosa e incoraggiante”, in modo da favorire in esse “una maggiore apertura al Vangelo del matrimonio nella sua pienezza” e una “crescita
umana e spirituale”. Il cardinale Ennio Antonelli e il filosofo Rocco Buttiglione si pongono in ascolto dell’appello del Papa e in questo agile volume elaborano una risposta condivisa, seppure in due distinti contributi, che appare assai ragionevole e idonea a soddisfare le molteplici richieste di chiarimento che emergono in ambito ecclesiale. La risposta si basa sulla distinzione tra ordine etico oggettivo e responsabilità personale soggettiva, che caratterizza in Amoris Laetitia tutta la trattazione del tema dei conviventi senza matrimonio sacramentale. L'iniziativa organizzata da Identità e dialogo, Anteas Lecce, Cif circoli di Monteroni e ICC Centro collegi universitari Bari  in collaborazione con Masseria Pascoluse, avrà  inizio alle 19 e si aprirà  con i saluti del presidente di Identità e dialogo  Mario De Donatis. Seguirà  la presentazione del libro. A condurre la conversazione il giornalista Tonio Tondo.





Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Dicembre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa