Passa ai contenuti principali

"Galatina" via Giovan Tomaso Cavazza cambia volto nel 2017

A Galatina i lavori del centro storico vanno avanti ma,purtroppo non si riesce mai a completarlo del tutto vedremo le prossime amministrazioni cosa sanno fare visto che siamo in tema caldo di elezioni credo che non promette niente nessuno questo e' poco ma e' sicuro,  il centro storico di Galatina e qualcosa di veramente affascinante abbiamo delle strade intitolate a dei personaggi
intanto leggete la storia di Giovan Tommaso Cavazza un personaggio veramante eccezionale ma nessuno parla,intanto ecco la sua vera storia.Nacque a Galatina dal barone di Torre di Paduli di origine tarantina. Fu dotto ed erudito in tutte le discipline: dalla filosofia alla teologia, dalla matematica alla chimica, dalla retorica alla poesia. Si distinse nella vita oltre che per le sue doti intellettuali anche per quelle morali che gli procurarono affetto, stima e riverenza da tutti i signori dei palazzi vicini. Numerosissime furono le sue opere che egli non fece mai stampare ad eccezione di una sua lettera sulla storia delle presa della città di Otranto fatta dai Turchi.




La maggior parte di manoscritti, alcuni logorati dal tempo, furono raccolti da A. Tomaso Arcudi. Il Cavazza morì nel 1611, secondo A.T. Arcudi, o nel 1622 per T. Vanna. Fu sepolto nella chiesa del monastero di S. Maria delle Grazie. Oltre alle opere in latino, scrisse in volgare: La Meteora; La cagione dell'indovinare; Della Pietra Filosofale, ovvero Della Quinta Essenza; La Distanza, e Grandezza de' corpi celesti; Gl'Epigrammi Greci, tradotti in stanze e sonetti; La Fenice, in ottava rima; Esposizione sopra una Canzone di Ascanio Pignatelli; Opuscoli vari latini, e volgari; L'arte della geografia; Della nuova Stella apparsa nel 1604, in prosa, ed in verso; Apologia dell'Ariosto; Poesie diverse; Molti Intermezzi, e Rappresentazioni sacre, e profane. Degli intermezzi fa parte il Sansone inserito nell'Officio del glorioso apostolo San Paulo rappresentato, come abbiamo visto a Galatina il 10 ottobre 1598. Anche a lui è stata dedicata una via, forse, per ricordare proprio quel meraviglioso 10 ottobre 1598. 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 24 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa