Passa ai contenuti principali

GALATINA “LA PAGINA CHE NON C’E” PROSEGUE L’ATTIVITA’ DEI VOLONTARI DEL PROGETTO “IN READING 2015”

I volontari del progetto “In reading 2015” del Servizio Civile Nazionale di Galatina, in occasione del III Weekend Orsiniano, organizzato dall’associazione “Club per l’Unesco”, tenutosi presso il Teatro Tartaro nei giorni 1 e 2 aprile, hanno prestato servizio di accoglienza agli alunni delle classi secondarie di Galatina e della scuola secondaria di primo grado di Soleto.

Proseguendo nell’attività, da venerdì 7 aprile, è stato avviato il progetto “La biblioteca incontra”, un’iniziativa che si terrà nel reparto pediatrico dell’ospedale “Santa Caterina Novella”. I volontari, affiancati dalle associazioni “Portatori sani di sorrisi” e da “Libere Associazioni”, giocano con i bambini presenti nel reparto, spaziando con letture animate di fiabe, filastrocche e storie, aiutandoli a superare la monotonia della degenza in ospedale, donando sorrisi e spensieratezza.
Inoltre, il 22 aprile in occasione della “Giornata mondiale Unesco del libro e del diritto d’autore”, presso la Biblioteca comunale “P. Siciliani” di Galatina, i volontari porteranno a termine il progetto “La pagina che non c’è” iniziato nel mese di gennaio. Il laboratorio è rivolto agli alunni delle scuole secondarie di primo grado del Comune di Galatina e consiste nel reinventare il finale di un libro permettendo ai ragazzi di essere piccoli scrittori, sviluppando le competenze della comunicazione nella madrelingua.
Una giuria, composta da docenti e da esperti, premierà l’elaborato più piacevole, che verrà in seguito pubblicato sui giornali online.
Vi aspettiamo numerosi!
Ufficio Stampa Comune di Galatina

I volontari “In Reading 2015”:
Luana Antonica
Jolanda Dolce
Sara Cuppone
Camilla Palombini




Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 17 Agosto 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa