Passa ai contenuti principali

Galatina, Concerto di Primavera

Note di primavera, sinergie d’arte e di musica risuonano nelle sale della storica dimora vescovile cinquecentesca di Palazzo Baldi, nel cuore del Salento più arcano e barocco, in Via Umberto I. Promosso e patrocinato dal Comune di Galatina in collaborazione con gli operatori del movimento del Risveglio del Centro, l’evento rientra tra le iniziative di animazione culturale del borgo antico promosse dal Commissario del Comune di Galatina. La serata, preceduta da una breve presentazione, vede
protagonisti dell’inedito concerto due giovani talenti salentini. I Maestri Giuseppe Mengoli (violino) e Clara Calignano (flauto), si esibiranno insieme in una prima assoluta, incantando senz’altro l’animo del pubblico attento con le loro vibrazioni eteriche. Inizio ore 20:00. Da non perdere. Info pagina face book “Il Risveglio del Centro”. https://www.facebook.com/ilrisvegliodelcentro/
CURRICULUM ARTISTICO in breve

Giuseppe Mengoli:
Giuseppe Mengoli - Nato in Salento nel 1993, in una famiglia di musicisti entra in contatto con la musica sin dalla più tenera età.  Dopo i massimi onori accademici sotto la guida di Stefan Biro e Giovanni Zonno, debutta presso la Sagra Musicale Malatestiana come solista e concertatore ("il suono di Mengoli è un fenomeno esoterico, sembra prevenire da ogni angolo della sala" Il Corriere). 
Compositore e direttore d'Orchestra, compone partiture per varie formazioni cameristiche eseguite presso festival internazionali e prepara e dirige Orchestre quali Mariinsky, LaVerdi, Ekaterinburg Philarmonic con repertori da Tartini a Strauss.  Membro della Gustav Mahler Jugendorchester e ospite presso la Konzerthaus Orchester Berlin, ha suonato nei più importanti teatri d'Europa sotto la bacchetta dei più grandi direttori del mondo. Suona stabilmente da solista con la Young European Musician Orchestra Sotto la direzione di Paolo Olmi.  

CLARA CALIGNANO

Clara Calignano, classe 1994, si diploma all’età di diciott'anni anni in flauto con il massimo dei voti
presso il Conservatorio “T. Schipa” di Lecce, sotto la guida del M° Luigi Bisanti e si specializza al biennio di Alta Formazione di Modena “O. Vecchi A. Tonelli” con il massimo dei voti, lode e
menzione d’onore sotto la guida dei Maestri Michele Marasco e Andrea Oliva. Ha seguito corsi di perfezionamento tenuti dai Maestri Paolo Taballione, Andrea Manco, Michele Marasco, Andrea Oliva, Gabriele Betti e Marco Delisi.
Vincitrice di concorsi nazionali ed internazionali tra i quali il concorso edizione 2014 “Borsa di studio Gazzelloni” dove si aggiudica il primo premio assoluto, attualmente collabora e si esibisce in teatri italiani ed europei in qualità di primo flauto dell’Orchestra Nazionale dei Conservatori Italiani e come solista (Flautisti in festa edizione 2017).
Attualmente studia presso l’Accademia Santa Cecilia di Roma sotto la guida del primo flauto dell’Orchestra Nazionale di Santa Cecilia.

OMAGGIO AI PADRI", è una collezione sentimentale di volti, di ritratti, l'omaggio del fotografo Fernando Bevilacqua ai grandi personaggi salentini, ai numi tutelari di un Salento inventato dalle parole dei poeti e poetesse, degli artisti che hanno vissuto o semplicemente attraversato questa terra al capolinea d'Italia. La mostra "Omaggio ai padri" è stata programmata da La Bottega di Candida nell'ambito delle iniziative del movimento culturale del Risveglio del Centro, cui aderiscono cittadini, residenti, operatori commerciali della via dell’arte, degli artisti e del gusto, a sostegno di un processo Risveglio, Rinascita, di animazione culturale e sociale del centro antico di Galatina. <<Molti di questi volti – Aldo Bello, Rina Durante, Antonio Verri, Carmelo Bene, Claudia Ruggeri, ecc. - sono radici, queste persone hanno inventato il Salento attraverso le loro parole>> dice Antonio Errico.
"Omaggio ai Padri" di FERNANDO BEVILACQUA

Mostra fotografica di Fernando Bevilacqua
“OMAGGIO AI PADRI” - RITRATTI DI AUTORI DEL SALENTO
Domenica 02 aprile 2017 – ORE 18.00 INAUGURAZIONE
Via Umberto I n. 25 Galatina (LECCE)
Spazio espositivo La Bottega di Candida
di fronte al Comune ed alla Proloco e nei pressi della Basilica di Santa Caterina


Dettagli ed info: Animazioni della mostra, date delle conversazioni culturali:
Domenica 02 aprile, ore 18:00 inaugurazione con Libera chiacchierata del fotografo Fernando Bevilacqua con alcuni vecchi amici.
Domenica 09 aprile, ore 19:30 Fernando incontra lungo il percorso della Scatola di Latta, Angelo Licci, Antonio Errico, Gigi Chiriatti, Alberto Signore, Roberto Guido, ne nasce una breve condi-visone poetica, ed un momento conviviale di comunità.
Domenica 16 aprile, ore 18:30 Fernando incontra Angelo Licci, ed altri amici, in attesa del concerto NOTE DI PRIMAVERA; dialogo libero ed inclusivo.
Domenica 30 aprile, ore 19:30 Fernando incontra l’amico e sociologo Salvatore Patera.

APERTURA DELLA MOSTRA:
La Mostra è aperta al pubblico dal 02 al 30 aprile 2017. Durante la settimana dalle ore 9:30 alle ore 12:30 e dalle 16:30 alle 19:30, presso La Bottega di Candida in Via Umberto I n. 25-
info cell. 380.3082069, pagina face book: @La Bottega di Candida; pagina face book: @Il Risveglio del Centro; e-mail: candidacalo68@gmail.com

CHI E' FERNANDO BEVILACQUAFernando Bevilacqua classe 1957, dopo la maturità si trasferisce a Londra dove, nel 1981 consegue il Diploma di Tecniche Fotografiche presso la School of Comunication – Polytecnic of Central London. Tornato in Italia, inizia la propria carriera come fotografo professionista, dedicando la sua produzione soprattutto al Salento, ai beni artistici e monumentali del territorio, alla vita e cultura popolare. Il suo interesse per il Salento si manifesta attraverso la collaborazione con numerosi artisti e personaggi della cultura come Salvatore Masciullo, Aldo Bello, Antonio Verri, Maurizio Nocera, Antonio Errico, con i quali condivide il pensiero. Fotografo e videomaker, provoca e coinvolge lo strumento video in un’operazione viva, in movimento, dove la visione pare generata dal corpo, da un fare attivo, da un sentire che descrive e dice su realtà e… miti. – scrive di lui Mauro Marino. Le sue immagini vengono pubblicate su: Antonio Antonio, il libro su Antonio Verri; La religiosità – itinerario fotografico in Salento d’Autore, Muro Leccese – Storia e Arte di cui è coautore con Antonio Antonaci. Realizza diverse mostre: Momenti di Vita e cultura Popolare, I Ritratti del Pensionante, The Deep Murmur – Il Sibilo lungo, A Crazy Urge to Dance – Una smodata Voglia di Ballo. È autore di cortometraggi tra cui Bloody Spring Friday, Arrivano gli Americani Edoardo, Rito Sacrificale, Der Tote Mann, Alice nel Paese dei Barocchi, A Summer Tale (Farfalle e Cicale), I Ciechi, A Proposito del Che – A Casa di Toma, L’Approdo.


Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa