Passa ai contenuti principali

Conclusa la fase I del bando Creativity Camp

Si è conclusa la fase I del bando Creativity Camp Distretto Sud-Est  di Fidapa che si è svolta il 26 aprile alla Facoltà di Economia dell'Università di Baria. La giuria, dopo un'attenta e competente valutazione delle domande e l'ascolto delle concorrenti, ha dichiarato vincitrici della categoria 1 ossia  nuove idee imprenditoriali i progetti di Marzia Stenti (Lecce) con DisAbility in tour -viaggiare in autonomia e Lara Mastrogiovanni con hub di progettazione : un metodo innovativo di programmare al Sud. 
 Per la categoria 2, rivolta alle imprese esistenti, sono risultate vincitrici Maria Carmela Colaianni con Sisia, servizi di ingegneria e diagnostica strumentale e Antonia Rizzo, per "DiBattista Impianti".
Le vincitrici ora andranno a Roma per la fase finale del Creativity Camp prevista per il 12, 13 e 14 maggio, promossa  dalla Federazione italiana donne arti professioni e affari in ambito nazionale. L'intento sarà quello di sostenere queste idee imprenditoriali  per far sì che siano supportate e giungere alla fase della realizzazione.  In effetti, già nel corso del Creativity Camp distrettuale che si è tenuto a Bari, alcuni enti hanno manifestato grande interesse verso idee progettuali considerate molto interessanti che potrebbero trovare così il sostegno degli imprenditori del territorio. 

"Siamo molto soddisfatte, abbiamo avuto modo di valutare e sottoporre all'attenzione idee progettuali davvero vincenti e che sono state subito apprezzate da un attento pubblico e da validi  imprenditori della nostra regione. ", ha commentato la presidente di Fidapa Distretto Sud Est Fiammetta Perrone 

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 18 Ottobre 2017

Massimo Giannini candidato a sindaco di Galatina per FdI, il cittadino deve essere informato sulla questione compostaggio

A pochi giorni dalla diffusione dei dati dell’Agenzia Europea (EEA) che si occupa di inquinamento e che attesta la Colacem di Galatina quale concausa di seri danni sanitari e ambientali che oscillano tra i 37 e i 67 milioni di euro e dai risultati degli ultimi dati estratti dal registro tumori di Lecce, da cui emerge che il tasso di mortalità per neoplasie tumorali a Galatina e nelle frazioni ha raggiunto livelli non più tollerabili, il circolo cittadino di Fratelli d’Italia si fa