Passa ai contenuti principali

“Settimana del Lavoro”, l’Università del Salento

“Settimana del Lavoro”, l’Università del Salento è… al lavoro. In vista la seconda edizione dell’iniziativa che punta a semplificare l’incontro tra aziende e organizzazioni e giovani “risorse umane” formate dall’Ateneo: l’appuntamento è fissato dall’8 al 12 maggio 2017 ed è già aperta, quindi, la raccolta delle adesioni delle imprese interessate a partecipare.


Tutte le imprese di ogni settore e dimensione che cerchino personale con un percorso di alta formazione da avviare al lavoro (anche attraverso tirocini e apprendistato) potranno partecipare gratuitamente alle giornate: si svolgeranno nell’edificio IBIL del complesso Ecotekne (via per Monteroni, Lecce) dove, in aule da 20/50 posti, in incontri di circa due ore potranno essere presentate le attività aziendali e i profili ricercati. Potranno seguire colloqui individuali in spazi separati.

La prima edizione, che si è svolta dal 15 al 18 novembre scorsi, ha avuto significativo riscontro: vi hanno partecipato più di trenta imprese di ogni dimensione e settore e più di mille studenti e laureati.
Positivi i primi risultati degli incontri effettuati con le aziende partecipanti: dopo le esperienze di tirocinio, diverse aziende hanno attivato rapporti di lavoro duraturi con i laureati di UniSalento; viene sperimentato anche l’apprendistato di alta formazione e ricerca, che permette di sviluppare in azienda ricerche specialistiche.

L’iniziativa è organizzata dall’Ufficio Career Service dell’Ateneo assieme al Gruppo di Lavoro di Ateneo per il Job placement, coordinato dal Referente del Rettore per il Job placement Angelo Salento. Le aziende e le organizzazioni interessate a partecipare possono scrivere all’indirizzo career.service@unisalento.it.

Lecce, 7 marzo 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata