Passa ai contenuti principali

NARDO' ANDARE OLTRE CONFERMA LA SUA LINEA, IL CIVISMO È LA NOSTRA STELLA POLARE

Qualcuno pensa di poter frenare o impedire l'affermazione del modello politico e amministrativo incarnato da Andare Oltre a Nardò. Comprendo perfettamente che la novità rappresentata da questo movimento, capace di scardinare consolidati schemi ed equilibri politici a Nardò, sia stata avvertita con fastidio da chi si è nutrito per decenni da tali schemi ed equilibri costruiti a spese dei cittadini, delle comunità amministrate e anche della politica. E, conseguentemente, avevamo messo in preventivo che il fallimentare establishment partitico della nostra città avrebbe cercato di reagire. Il primo e più clamoroso errore che si compie è quello di cercare di inquadrare Andare Oltre tra i compartimenti stagni della antica e logora divisione in destra, sinistra e centro. È una sorta di errore consapevole (altro, evidentemente, non hanno da dire e fare...), frutto di una interpretazione della realtà e delle cose della politica che, piaccia o no, è ormai ampiamente superata. 

Andare Oltre amministra pensando alle cose concrete, ai bisogni dei cittadini. Il tempo è cambiato, i partiti stanno morendo (non è una buona notizia per quello che hanno rappresentato nel Novecento di questo Paese, ma bisogna prenderne atto), la gente è stufa di vizi e cattive prassi di chi ha gestito la politica e la cosa pubblica sino a ieri. Il sospetto attivismo di alcuni, che si svelano con frasi di bassissimo profilo umano e politico, è sintomo di un modo di fare che non insulta solo me ma tutti gli elettori, tutti i cittadini, che rappresento e che si aspettano un deciso cambio di rotta delle dinamiche politiche, così come stiamo facendo.

Il mio invito è di non perdere tempo ad argomentare su Andare Oltre e soprattutto di non perdere il sonno sulla sua collocazione, sulle sue scelte, su giudizi di coerenza che francamente imbarazzano visti i pulpiti dai quali provengono. Andare Oltre è e rimane un movimento civico, affermatosi con una alleanza di civiche, libero da appartenenze ed aperto a tutti i movimenti civici della città. Un movimento capace di dialogare con i partiti ma non succube di nessuno. E proprio a tutte le espressioni civiche della città rivolgo l'invito a superare gli steccati, che in verità esistono solo nella mente di qualcuno, e di affiancarci in questo importante processo di cambiamento, trovando insieme a noi l'intesa sui tempi e modi per rilanciare la città. 

Pippi Mellone

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata