Passa ai contenuti principali

“LA MEDIAZIONE FAMILIARE: UNA RISORSA PER LA FAMIGLIA”

La mediazione familiare: una risorsa per la famiglia” è il titolo del seminario che si svolgerà domani, giovedì 23 marzo dalle 9 alle 12.30, presso l’Hotel Tiziano, a Lecce. L’iniziativa è promossa dall’Accademia di sviluppo socio – educativo (Asse) e dall’Associazione italiana mediatori familiari (Aimef), con il patrocinio dell’Ufficio della consigliera di Parità della Provincia di Lecce.Ufficio Stampa Provincia di Lecce
 


Sarà proprio la consigliera di Parità della Provincia di Lecce Filomena D’Antini ad aprire i lavori dell’incontro formativo, che proseguirà con i saluti della presidente dell’Associazione Asse Emilia Pugliese e della consigliera regionale Aimef Lia Lacatena.

Spazio, quindi, agli interventi di Annamaria Casaburi, avvocato, giudice onorario presso il Tribunale per i minorenni di Lecce (Mediazione familiare: il “personale” incontra il “familiare”), Monia Guglielmo, mediatore familiare Aimef e Aims, specialista in criminologia clinica (Mediazione familiare e significato simbolico: La Bella e la Bestia), Adriano Calzolaro, avvocato, mediatore familiare e supervisore Aimef, specialista in criminologia clinica (Mediazione familiare e deontologia professionale: riflessioni in progress), Isabella Buzzi, docente di mediazione familiare, mediatrice familiare Aimef, counselor supervisore, presidente della Commissione riconoscimento corsi di formazione Aimef, supervisore professionale Aimef (Formazione in mediazione: una tecnica o “soltanto delle domande”?).


Lecce, 22 marzo 2017

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 15 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata