Passa ai contenuti principali

Kungu Fu: la Zen Shin vince 26 medaglie a Termoli

Come da tradizione, si è svolto anche quest'anno, a Termoli, il "Torneo Italia ASI di Kung Fu, Sanda e Semi-Sanda", giunto alla quindicesima edizione, dodicesima dedicata alla memoria di Massimo De Palma.
L'evento è ormai un cult nel mondo del Kung Fu, al quale partecipano centinaia di atleti provenienti da
ogni parte d'Italia, come conferma anche l'edizione 2017, tenutasi lo scorso 4 e 5 marzo, che ha visto fronteggiarsi ben 140 atleti per le competizioni di "forme" ed addirittura 240 atleti per le competizioni di combattimento.
Immancabile la partecipazione della ASD Polisportiva Zen Shin di Galatina: una squadra forte e numerosa in grado di conquistare addirittura 26 medaglie di cui 10 d'oro, 10 d'argento e 6 di bronzo: un risultato di grande rilievo che ha permesso all'intera compagine di piazzarsi al secondo posto nella classifica generale per numero di podi ottenuti.
Gli atleti del M° Antonio Buono anche in questa occasione dunque non hanno tradito le attese e si sono imposti di giustezza sui rispettivi avversari, confermando la bontà del percorso di crescita sportiva ed umana praticato nella scuola di arti marziali galatinese.
Otto le medaglie conquistate dalla Zen Shin nella disciplina del Sanda - il combattimento libero cinese - con le brillanti prestazioni di Francesco Maglio, Francesca Grasso, Angelica Serra e Alessio Marzo, tutti saliti sul gradino più alto del podio, Gabriele De Giorgi e Montinaro Ludovica, che hanno conquistato la medaglia d'argento, e Giorgia Mandorino ed Antonio De Donno entrambi medaglia di bronzo.
Nelle gare di "forme tradizionali e forme moderne", invece, il Team del M° Buono ha ottenuto ben 18 medaglie, così ripartite nelle varie categorie:
- Cat. "Forme a mani nude": oro per Diego Pellegrino, Miriam Buono e Marianna Panico; argento per Caterina Mariano, Sahara Salerno, Giorgia Mandurino e Rebecca Tundo; bronzo per Giulia Forletti e Montinaro Ludovica;
- Cat. "Forme con arma corta": oro per Giulia Forletti; argento per Francesca Grasso e Giorgia Mandurino; bronzo per Angelica Serra;
- Cat. "Forme con arma lunga": oro per Alessandro Cafaro, Angelica Serra e Rebecca Tundo; argento per Francesca Grasso, Giulia Forletti e Miriam Buono; bronzo infine per Giorgia Mandurino.
Buone prestazioni, infine, anche per Antonio De Paolis, Stefano Salerno, Vittoria Palumbo, Chiara Bruno e Vladimir Pastore, i quali non sono però purtroppo riusciti a centrare il podio.
I risultati ottenuti evidenziano la solidità di un gruppo in costante crescita, composto anche da atleti giovanissimi, bella speranza di un futuro sempre più roseo per la storica Zen Shin Galatina.
ViRus

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata