Passa ai contenuti principali

IL SALENTO “TERRA ACCESSIBILE” A TUTTI

Martedì 14 marzo alle ore 11, nella sala conferenze stampa di Palazzo Adorno, a Lecce, saranno presentati i risultati, conseguiti in due anni di attività, del progetto “Terra Accessibile – la rete per lo sviluppo di una cultura sostenibile e inclusiva”, finanziato da Fondazione con il Sud (bando “Volontariato 2013”) e condotto da un ampio partenariato di associazione del territorio salentino, coordinate dall’organizzazione di volontariato Anyway Assessalento, con il patrocinio di Provincia di Lecce, Regione Puglia, Comune di Castrì e Puglia Promozione.


Il lavoro finale di tutte le attività, realizzate dal 2015 ad oggi, sarà illustrato da Diomede Stabile, presidente di Anyway Accessalento (soggetto attuatore e responsabile), Antonio Gabellone, presidente della Provincia di Lecce, Salvatore Negro, assessore al Welfare della Regione Puglia, Andrea De Pascali, sindaco di Castri di Lecce, Stefania Mandurino, di Pugliapromozione, Raffaele De Santis, presidente Federalberghi Lecce, Raffaella Arnesano, ideatrice e coordinatrice di “Terra Accessibile”, Giovanni Serafino, agente di viaggi, Gianfranca Saracino, presidente Agedo Lecce.

In questi anni, con il progetto “Terra Accessibile”, la rete dei partner ha messo le proprie competenze a disposizione dell’offerta turistica, affinché si generasse una nuova consapevolezza sul tema della cultura accessibile. Tra le azioni messe in campo: la formazione degli operatori turistici e dei volontari del terzo settore, l’attivazione di un Infopoint per la corretta individuazione delle strutture d’accoglienza, dei luoghi, delle iniziative e degli eventi accessibili nel Salento e, ultimo in ordine di tempo, la realizzazione di un Vademecum rivolto agli operatori del settore turistico, Cinque regole per poter dire accessibile”.

Lecce, 13 marzo

Commenti

Post popolari in questo blog

News Video Galatina 20 Luglio 2018

Gallipoli illuminare per avere piu' sicurezza? Pensiamo anche alla spiaggia della Purita'

“Uno dei scorci più belli e suggestivi di Gallipoli, considerata mèta regina per i vacanzieri, è la spiaggia della Purità. Durante le ore serali è completamente buia, non viene affatto valorizzata, anzi, una parte di essa, viene utilizzata come parcheggio. Durante il giorno viene presa d’assalto dai tanti gallipolini e dai vacanzieri che apprezzano la bellezza dell’arenile e dell’acqua del mare. Nelle ore serali però è un disastro perché vi è una fila di auto parcheggiate lungo la rampa d’accesso e ciò rappresenta un vero problema per la sicurezza pubblica oltre che un’occasione persa per non valorizzare uno scorcio di Gallipoli che avrebbe tutte le carte in regola per diventare patrimonio dell’Unesco. Con un’ adeguata